,,

Salvini arriva a Modena: lancio di sassi e scontri

Il leader della Lega contestato dai centri sociali

Contestazioni e scontri sono in corso a Modena, all’arrivo del vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini, riporta Ansa.

Scontri a Modena per l’arrivo di Salvini

Il ministro dell’Interno è nella città emiliana per un comizio e alcuni gruppi di manifestanti sono scesi in strada a protestare. All’ingresso del parco Novi Sad, al presidio del centro sociale Spazio Guernica, un gruppo di contestatori ha lanciato sassi contro le forze dell’ordine, che hanno risposto con una carica. Una persona è stata fermata. “Lasciateci passare” e “liberiamoci dal razzismo” hanno gridato i manifestanti. A Modena, contro l’arrivo di Matteo Salvini sono state organizzate tre manifestazioni. Nello stesso luogo, gli scontri sono proseguiti anche dopo il comizio del viceprmier, con nuove cariche delle forze dell’ordine su un gruppo di manifestanti che stava tentando di sfondare il cordone. Gli agenti hanno usato il manganello sui manifestanti e un ragazzo è rimasto ferito al capo, perendo sangue.

Salendo sul palco di piazza Matteotti per il suo comizio, Salvini ha detto: “Questa la Modena vera non quella di quattro zecche da centro sociale che vanno giù a fare casino. Non ci sono i più i compagni di una volta”. Il lancio di sassi è avvenuto a poche centinaia di metri dal palco.

Parlando dal palco di Modena, Salvini ha detto: “Io questo governo lo porto avanti costi quello che costi perché la mia parola vale più di tutti i sondaggi, più di tutti gli insulti, di tutte le minacce. Mi tappo le orecchie, faccio yoga, tiro dritto perché gli italiani non hanno voglia di perdere tempo ma hanno voglia di lavoro”.

Sui migranti, il vicepremier ha detto che “le donne e i bambini che scappano dalla guerra sono i benvenuti”, ma non i giovani migranti clandestini. Nel frattempo, continuano gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Salvini ha aggiunto che porterebbe i clandestini a casa dei manifestanti.

Il ministro dell’Interno ha anche elogiato il sistema fiscale dell’Ungheria, affermando che in Italia dovrebbero essere aboliti gli studi di settore. Affermazioni che sono state accolte con uno scroscio di applausi.

“Vi chiedo di mandare la Lega come primo partito in Europa per difendere l’agricoltura italiana ed emiliana”, ha detto Salvini, in vista delle elezioni europee.

Nel comizio di Reggio Emilia, Matteo Salvini ha parlato al fianco del candidato sindaco locale del centrodestra, Roberto Salati, e degli altri dirigenti locali della Lega: “Spetta ai reggiani decidere, però dopo 70 anni c’è veramente la possibilità di cambiare, anche a Reggio Emilia. Qua la sinistra ha sempre dato per scontato che Reggio e l’Emilia fossero cosa loro, adesso per i reggiani c’è la possibilità di cambiare. Sento tanta voglia di lega e di cambiamento”, riporta Ansa. “Sarà una scelta amministrativa, qua c’è un sindaco che deve occuparsi come non ha fatto la sinistra in questi anni di case, scuole, strade, sicurezza, di bambini, di tasse comunali e di qualità della vita”, ha aggiunto il vicepremier.

VirgilioNotizie | 03-05-2019 15:20

salvini Fonte foto: ANSA
,,,,,,,