,,

Salvini: "Abolire abuso d'ufficio". Poi fa marcia indietro

Il leader del M5S Luigi Di Maio ha commentato la proposta di Matteo Salvini di abolire il reato d'abuso d'ufficio

Il vicepremier Luigi Di Maio, sulla proposta di Salvini di abolire il reato di abuso di ufficio, ha detto la sua circa il cambio di rotta del leader leghista. A Corriere Tv, come riportato dall’Ansa, ha affermato:

“Mi fa piacere che abbia fatto marcia indietro. Adesso vuole migliorarlo e c’è una bella differenza”.

Abuso di ufficio, la proposta di Salvini

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, a tre giorni dalle Elezioni Europee 2019, ha proposto di abolire il reato d’abuso d’ufficio.

L’annuncio del leader della Lega, come riporta “La Repubblica”, è arrivato ai microfoni di “Radio Anch’io”. Salvini ha motivato così la sua decisione: “Io voglio scommettere sulla buona fede degli italiani, degli imprenditori, degli artigiani, dei sindaci. Abbiamo una burocrazia e una paura di firmare atti, aprire cantieri e sistemare scuole, ospedali. Bisogna togliere burocrazia, togliere vincoli, fare, liberare. Se per paura che qualcuno rubi blocchiamo tutto, allora mettiamo il cartello ‘affittasi’ ai confini dell’Italia e ci offriamo alla prima multinazionale cinese che arriva. Se uno ruba e lo becco, lo metto in galera e se ruba da pubblico ufficiale si prende il doppio della pena, ma non possiamo per presunzione di colpevolezza bloccare tutto”.

Sulle Europee 2019, Salvini ha aggiunto: “Io chiedo il voto per cambiare l’Europa, non chiedo mezza poltrona in più”. Poi ha annunciato che la Flat Tax sarà la priorità se la Lega risulterà il primo partito in Italia e in Europa.

Abuso d’ufficio, la replica di Di Maio a Salvini

La replica dell’altro vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, sull’abuso d’ufficio non si è fatta attendere. Su Facebook, il leader del Movimento 5 Stelle ha scritto: “Il reato di abuso d’ufficio esiste quando un incaricato di pubblico servizio, un dirigente o un politico, ad esempio, nello svolgimento delle sue funzioni fa qualcosa che, intenzionalmente, procura a sé o ad altre persone a lui vicine un vantaggio ingiusto, arrecando ad altri dunque un danno. Volete un esempio? Un sindaco, un ministro, un presidente di Regione o un qualsiasi altro dirigente pubblico che fa assumere sua figlia per chiamata diretta, invece di convocare una selezione pubblica e dare a tutti la possibilità di ambire a quel posto di lavoro. Ecco, questo è un esempio di reato di abuso di ufficio. E ieri ho sentito dire da qualcuno che questo reato lo si vuole abolire. È forse un modo per chiedere il voto ai condannati o per salvare qualche amico governatore da una condanna?”.

Il lungo post social di Luigi Di Maio prosegue: “Io dovrei stare zitto davanti a queste affermazioni? Dovrei stare zitto davanti a chi apre ai raccomandati, a chi chiude le porte al merito, a chi favorisce qualcuno solo perché ha avuto qualcosa in cambio? E poi ci lamentiamo dei cervelli in fuga e dei nostri ragazzi che devono espatriare per cercare un lavoro? Ma per favore… Il colmo è che, se parlo, qualcuno fa la vittima e dice che insultiamo; se non parlo, però, siamo conniventi. Ma di fronte a questa stupidaggine io non posso tacere. Chi l’ha detto stavolta ha toppato alla grande”.

Poi, la chiosa finale: “Il prossimo passo quale sarà? Che per evitare di far dimettere un sottosegretario togliamo il reato di corruzione? Sia chiara una cosa, per noi il governo va avanti, ma a un patto: più lavoro e meno stronzate!”.

Abuso d’ufficio, la controreplica di Salvini a Di Maio

Matteo Salvini, in alcune dichiarazioni pronunciate a Palermo e riportate da “TgCom24”, ha controreplicato alle parole di Di Maio: “Di Maio farà muro sull’abuso d’ufficio? Lo dica al suo presidente del Consiglio, si mettano d’accordo. Sono d’accordo con Cantone e Conte. L’abuso d’ufficio va rivisto. Io voglio mettere in galera i ladri, ma voglio che sindaci, funzionari pubblici, presidenti e associazioni di volontariato possano lavorare tranquillamente”.

Abuso d’ufficio, il commento di Zingaretti

Su “Twitter”, anche il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti ha commentato la proposta di Matteo Salvini di abolire il reato di abuso d’ufficio: “Quello che blocca l’Italia sono Salvini e Di Maio con il loro Governo. Andatevene a casa #abusodufficio #il26VotoPd”.

VirgilioNotizie | 23-05-2019 11:22

Salvini: "Abolire l'abuso d'ufficio". La dura replica di Di Maio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,