,,

Ritardi nell'autopsia di Imane Fadil: chiesto un altro mese

I risultati dell'autopsia verranno consegnati il 22 di giugno.

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La morte di Imane Fadil, una delle testimoni chiave nel caso Ruby, resterà un giallo ancora per un altro mese. Secondo quanto riporta “Repubblica”, i cinque coroner incaricati dalla procura di Milano di scoprire le cause della morte della giovane modella, avrebbero chiesto un’ulteriore proroga per la consegna dei risultati dell’autopsia.

Il pool di periti, guidati da Cristina Cattaneo, capo del dipartimento di Medicina Legale di Milano, ha chiesto di rinviare la consegna dei risultati fino al 22 giugno, quasi due mesi dopo la prima scadenza imposta dalla procura, che doveva essere il 26 marzo.

Un rinvio che, secondo quanto riportato da “Repubblica”, servirebbe a eseguire una serie di accertamenti complessi sul corpo della ragazza. La relazione finale dovrà rispondere al perché la ragazza aveva una concentrazione di metalli superiori alla media, e come potrebbe essere entrata in contatto con essi.

Imane Fadil, 34 anni e di origini tunisine, è deceduta in circostanze misteriose lo scorso 1 marzo. Dopo le prime analisi sul corpo, era emersa l’ipotesi della presenza di radioattività negli organi della modella, ma ulteriori esami avevano rivelato che le radiazioni erano invece nelle urine e nel sangue. In attesa di risposte anche la famiglia, che non riceverà il nulla osta per la restituzione della salma finché gli esami non saranno conclusi.

imane-fadil Fonte foto: Ansa
,,,,,,,