,,

Perché tutti stanno parlando di 'manina'

Una "manina" ha modificato il testo del decreto fiscale: l'accusa arriva da Di Maio

Una “manina” ha modificato il testo del decreto fiscale, collegato alla manovra, inserendo delle norme sul condono e lo scudo fiscale per i capitali all’estero prima di inviarlo al Quirinale. L’accusa arriva direttamente dal vicepremier e leader dei 5 stelle, Luigi Di Maio che, durante la registrazione di Porta a Porta, annuncia che presenterà una denuncia in procura.

“All’articolo 9 del decreto fiscale c’è una parte che non avevamo concordato nel Consiglio dei ministri. Una sorta di scudo fiscale per i capitali all’estero e una non punibilità per chi evade. Non so se è stata una manina politica o una manina tecnica, in ogni caso si deposita subito una denuncia alla Procura della Repubblica perché non è possibile che vada al Quirinale un testo manipolato”. Il ministro dello Sviluppo e del Lavoro poi avverte: se il testo del decreto non sarà modificato “noi non lo votiamo”.

Passano pochi minuti e dal Quirinale, con una nota secca, fanno sapere che non è pervenuto alcun testo. Dopo la durissima nota del Colle, Di Maio, sempre ospite da Vespa, abbassa i toni: “Ai miei uffici è stato riferito che il testo era giunto al Quirinale. Se il testo non è ancora arrivato al Quirinale allora basterà lo stralcio di quella parte e non sarà nemmeno necessario riunire il Cdm”, spiega.

“A me interessa che si trovi un accordo e che il decreto fiscale torni ad essere quello della prima versione. Tutto il resto penso siano faccende di natura giornalistica che vanno risolte: Salvini e Di Maio si vedranno e sicuramente risolveremo tutto”. Così Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture.

VIRGILIO NOTIZIE | 19-10-2018 13:30

di-maio
,,,,,,,