,,

Paura per Kelvin, il bimbo ferito a Torino. Il racconto choc

Kelvin, di origine cinese, è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale infantile Regina Margherita

“Ad un certo punto eravamo ammassati uno sull’altro. Qualcuno, un ragazzo di colore, si è accorto di Kelvin e ha urlato ‘c’è un bambino, c’è un bambino’. Poi ha cominciato a spostare la gente, tutta quella che poteva, e altri gli hanno dato una mano. Lo ha salvato”. A parlare è Liu Zhiji, la sorella del bimbo di 7 anni rimasto ferito in modo grave, a Torino, nell’ondata di panico che si è abbattuta su piazza San Carlo.

Kelvin, di origine cinese, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale infantile Regina Margherita nel reparto di rianimazione: ha un trauma cranico e toracico. “La gente premeva e lo stava schiacciando – racconta ancora Zhiji – e lui era cosciente, piangeva. Siamo saliti su un’ambulanza che ci ha portato prima al Mauriziano, poi al Regina Margherita”.

“Vorrei tanto ringraziare le persone che hanno aiutato mio figlio“, dice Ling, la mamma di Kelvin. “Siamo in Italia da tantissimo tempo – racconta la donna – e una dei miei quattro figli, Zhiji, ha portato Kelvin a vedere la partita”. “Quando abbiamo saputo della cosa – dice tra le lacrime Liu Quinquang, il papà – sono corso in piazza. Ho chiamato mia figlia, ma non rispondeva al telefono. Mezz’ora dopo mi hanno chiamato per dirmi che erano in ospedale”.

VIRGILIO NOTIZIE | 05-06-2017 09:33

,,,,,,,