,,

Passau, uccisi a colpi di balestra: ipotesi di omicidio-suicidio

Secondo l'autopsia, non ci sarebbero segni di violenza. Scoperta l'identità delle altre due donne trovate morte a Wittingen

Il macabro omicidio-suicidio che ha sconvolto la Germania si arricchisce di nuovi dettagli. Secondo quanto riporta Il Corriere, a imbracciare la balestra sarebbe stata la trentenne Farina C., che prima ha colpito la coppia distesa sul letto e poi si è piantata una freccia nel collo.

I risultati dell’autopsia sembrerebbero confermare la pista dell’omicidio-suicidio. Sul luogo del delitto è stato anche ritrovato un foglio con le ultime volontà della coppia di 53 e 33 anni, Torsten W. e Kerstin E. Dalle analisi sarebbe emerso che non c’è stato nessun segno di violenza, che suggerirebbe dunque un accordo fra le vittime e l’aguzzina.

Restano ancora da chiarire, invece, le dinamiche della morte delle altre due donne ritrovate a casa di Farina C. a Wittingen. La polizia, che ha perquisito l’appartamento, è riuscita a risalire alle loro identità: una sarebbe la sorella di Farina C., e non la compagna, come era stato creduto inizialmente; l’altra è una 19enne che lavorava nella panetteria con la donna.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Torsten W., Kerstin E. e Farina C. erano arrivati in albergo a Passau senza bagagli, venerdì sera. Le due donne, come riferisce Il Corriere, erano vestite di nero. Da quel momento in poi, nessuno li ha più visti vivi.

Torsten W. gestiva in Renania-Palatinato un negozio di armi e attrezzature medioevali. La vetrina del negozio era allestita con decorazioni inquietanti: manichini di donne macchiati di vernice rossa, con catene e corde. Farina C. invece gestiva una panetteria, ma anche lei aveva una passione per le armi medievali, le giostre e le feste in costume d’epoca.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-05-2019 10:27

passau Fonte foto: ANSA
,,,,,,,