Papa, evitiamo 'alzheimer spirituale'

Messaggio di Francesco al Meeting di Rimini

(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 20 AGO – “C’è una malattia che può colpire i battezzati”, l’ “alzheimer spirituale”: “consiste nel dimenticare la storia del nostro rapporto personale con Dio, quel primo Amore che ci ha conquistati fino a farci suoi. Se diventiamo ‘smemorati’ del nostro incontro con il Signore, non siamo più sicuri di niente; allora ci assale la paura che blocca ogni nostro movimento”. È quanto si legge nel messaggio del Papa al Meeting di Rimini. La memoria non deve fare però ripiegare in una nostalgia infruttuosa: “Come cristiani non coltiviamo alcun ripiegamento nostalgico su un passato che non c’è più. Guardiamo piuttosto in avanti fiduciosi. Non abbiamo spazi da difendere perché l’amore di Cristo non conosce frontiere invalicabili.

Viviamo in un tempo favorevole per una Chiesa in uscita, ma una Chiesa ricca di memoria”, dice il Papa, che infine sottolinea: “Non ci è concesso guardare la realtà dal balcone, né possiamo rimanere comodamente seduti sul divano a vedere il mondo che passa davanti a noi in tv”.

ANSA | 20-08-2017 13:54