,,

Torino, il giovane a torso nudo voleva solo calmare la folla

"Allo stato attuale non ci sono nè indagati nè ipotesi di reato". Così il procuratore di Torino, Armando Spataro

“Allo stato attuale non ci sono nè indagati nè ipotesi di reato“. Così il procuratore di Torino, Armando Spataro, in merito all’indagine sui fatti di piazza San Carlo. “Prima di tutto è necessario ricostruire la dinamica precisa dei fatti”, ha aggiunto.

IL GIOVANE A TORSO NUDO – Voleva tranquillizzare la folla il giovane a torso nudo, lo zainetto sulle spalle, ascoltato dagli investigatori, e poi completamente scagionato, per i fatti di piazza Castello. Il gesto ripreso dalle telecamere aveva fatto pensare potesse essere stato lui a scatenare il panico. La visione integrale del filmato da parte degli inquirenti e l’interrogatorio, hanno appurato ben altra realtà. Il giovane, sempre secondo quanto si apprende da fonti investigative, era ubriaco e si vede piangere nel video abbracciato a un paio di amici.

BUFERA SULLA SICUREZZA – La polemica esplode sulla gestione della situazione, sul difficile accesso alle vie di fuga, ma non solo. Il Comune di Torino è sotto accusa perché nell’ordinanza relativa all’iniziativa per la finale di Champions, non è stato fatto alcun cenno al divieto di possesso di bottiglie di vetro, come invece accade in ogni manifestazione all’aperto.

Sono stati proprio i cocci sparsi per terra a provocare l’altissimo numero di feriti tra la gente in fuga e spesso senza scarpe. Le bottiglie sarebbero state vendute da numerosi ambulanti abusivi presenti in piazza già dal primo pomeriggio.

VIRGILIO NOTIZIE | 05-06-2017 11:46

,,,,,,,