,

Disposta l'autopsia sui corpi occultati per ricevere la pensione

Disposta l'autopsia sulle salme dei due anziani per accertare le cause della loro morte

Occultamento di cadavere e truffa aggravata: questi i capi di accusa su F. B., 55enne di Sant’Urbano (Padova). L’uomo avrebbe ammesso l’occultamento del cadavere della madre e dello zio per continuare a percepire le loro pensioni. La Procura di Rovigo, riporta ANSA, avrebbe disposto l’autopsia sui due corpi.

Aveva nascosto le salme della mamma, deceduta sei mesi fa, e dello zio, deceduto tre anni fa, nella legnaia della casa di famiglia a Sant’Urbano, poco lontano da Este. I due, del 1931 lei e del 1929 il fratello, sarebbero morti per cause naturali. F. B., in gravi condizioni economiche, avrebbe deciso di non denunciarne i decessi per continuare a ricevere le loro pensioni.

I carabinieri del Nucleo Investigativo e del Nucleo Operativo Radiomobile di Este e Padova, secondo ANSA, avrebbero trovato il cadavere della donna avvolto nel cellophane. I militari avrebbero poi rinvenuto il corpo dell’anziano zio, ormai scheletrizzato, dentro una cassetta di legno. L’autopsia stabilirà se i due siano morti effettivamente di case naturali come dichiarato da F. B.

VIRGILIO NOTIZIE | 16-05-2019 10:42

cadaveri-madre-zio-pensione Fonte foto: ANSA
,,,,,,,