Merkel a congresso Amburgo: Cdu difenda i valori liberali

Dieci minuti di applausi per l'ultimo discorso da presidente

Un’ovazione saluta l’apparizione di Angela Merkel per l’ultimo discorso come presidente della Cdu ad Amburgo, nella giornata in cui passerà il testimone al successore, dopo 18 anni alla guida del partito. La plenaria ha lungamente applaudito e i presenti si sono alzati in piedi per la cancelliera. 1001 delegati eleggeranno il prossimo presidente: per ora i candidati sono Annegret Kramp-Karrenbauer, Friedrich Merz e Jens Spahn. “Percepiamo tutti che oggi sarà un congresso di partito speciale”, ha detto la cancelliera. “Abbiamo tutti insieme un obiettivo: vogliamo che la Cdu sia un forte partito popolare del centro, e che sia in grado di garantire la giusta offerta per il futuro del nostro Paese”, ha aggiunto. a Cdu ha il compito di “difendere i valori della società liberale”, e deve farlo “mantenendo la letizia nel cuore”. ha sottolineato la Merkel citando le molte possibili sfide che ha davanti a sé il partito per il futuro: la radicalizzazione del discorso politico per effetto del populismo, “con toni sempre più urlati”, “la minaccia al multilateralismo” e le guerre commerciali, “guerre, terrorismo” che producono l’enorme flusso di profughi che mette “alla prova l’Europa”, “il cambiamento climatico che modifica il pianeta”, “la plastica nel mare”, “la Brexit, una profonda cesura”, “la tenuta dell’Europa e della moneta unica”. Dieci minuti di applausi in una sala che le ha elargito ancora un’ovazione: così è stato accolto l’ultimo discorso della cancelliera come presidente della Cdu ad Amburgo. La cancelliera ha ringraziato molte volte, provando anche a sollecitare il prosieguo dei lavori, “c’è molto ancora da fare…”, ha più volte esortato l’assemblea.

ANSA | 07-12-2018 14:01