,,

Omicidio Murazzi, trovato dna di Stefano Leo su coltello

Said Mechaquat, 27enne marocchino, ha confessato l'omicidio di Stefano Leo, ucciso lo scorso 23 febbraio

C’è il dna di Stefano Leo, il 33enne di Biella ucciso con una coltellata alla gola lo scorso 23 febbraio ai Murazzi a Torino, sul coltello ritrovato dai Carabinieri in piazza d’Armi.

Stando a quanto riferito dall'”Ansa”, è quanto emerso dalle analisi effettuate dal Ris di Parma. A confessare l’omicidio, lo scorso aprile, è stato Said Mechaquat, 27enne marocchino. L’uomo si era consegnato spontaneamente in caserma e aveva detto di aver nascosto in piazza D’Armi il coltello utilizzato per uccidere Leo.

Said Mechaquat ha dichiarato di aver ucciso Stefano Leo “perché si presentava con aria felice. E io non sopportavo la sua felicità”. E ancora: “Volevo ammazzare un ragazzo come me. Togliergli tutte le promesse, i figli, toglierlo ad amici e parenti”. Il procuratore vicario di Torino Paolo Borgna, dopo il fermo di Said Machaouat, aveva commentato: “Il movente che ci viene raccontato fa venire freddo alla schiena”.

VirgilioNotizie | 09-06-2019 10:44

Omicidio Murazzi, trovato dna di Stefano Leo su coltello Fonte foto: Ansa
,,,,,,,