,

Notre-Dame non era assicurata, pagherà lo Stato

La cattedrale di Notre-Dame non era assicurata: lo rivelano i media francesi

La cattedrale di Notre-Dame non era assicurata: lo rivelano i media francesi, spiegando che lo Stato è assicuratore di se stesso per gli edifici religiosi di cui è proprietario, come la cattedrale. Gran parte dei costi per il restauro della chiesa incendiata saranno quindi a carico delle casse pubbliche.

“Lo Stato farà quello che serve”, ha detto il ministro della Cultura, Franck Riester. Verranno in suo aiuto le sottoscrizioni della colletta privata, che ha toccato 700 milioni di euro e dovrebbe superare in giornata il miliardo.

“Se sono in grado di donare decine di milioni per ricostruire Notre-Dame, che smettano di dirci che non ci sono abbastanza soldi per rispondere all’urgenza sociale”: è l’amaro commento di Philippe Martinez, il segretario generale della CGT – tra i principali sindacati di Francia – commentando la valanga di doni dei Paperoni francesi come Francois Pinault (Kering) e Bernard Arnault (Lvmh) o di grandi gruppi come Total per la ricostruzione della cattedrale.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-04-2019 11:35

Le immagini dopo l'incendio
Le immagini dopo l'incendio
,,,,,,,