,,

No al taser: il consiglio comunale di Milano boccia Salvini

Votata la mozione in base alla quale la polizia municipale non sarà dotata della pistola elettronica

La polizia locale di Milano non utilizzerà il taser. Il consiglio comunale, infatti, ha approvato, con 25 voti a favore e 5 contro, più due astenuti, la mozione del gruppo “Milano progressista”, che chiedeva di non inserire le piste elettroniche nella dotazione dei suoi agenti. Come riferisce TGCom24, la mozione dice che esse “sono armi pericolose, soprattutto nei confronti dei soggetti più vulnerabili” e prosegue: “Secondo un’indagine di Amnesty International tra il 2001 e il 2012 in America sono morte oltre 500 persone a causa di un colpo elettrico. L’esistenza di un rapporto causa-effetto fra morte e taser è accertato, l’Onu lo ha classificato come strumento di tortura”.

Il provvedimento di introduzione, in via sperimentale, delle pistole elettroniche nelle dotazioni delle polizie municipali era stato preso dal ministro dell’Interno Matteo Salvini lo scorso aprile, per i Comuni sopra i 100.000 abitanti. Prima di Milano, già Firenze lo aveva bocciato.

Ecco i commenti che seguono la decisione del consiglio comunale, sempre riferiti da TGCom. Anita Pirovano, capogruppo di Milano progressista, si dice molto soddisfatta: «È un bene che a mozione sia stata approvata a larga maggioranza». Silvia Sardone della Lega dice: «La sinistra è nemica della sicurezza. La mozione approvata tira in ballo “tortura e morte”, ma sono solo scuse per negare l’acquisto di uno strumento che, in più occasioni, si è dimostrato utile».

In un altro comune nel padovano invece, un sindaco ha deciso di armare i suoi vigili con una mitraglietta.

VIRGILIO NOTIZIE | 31-05-2019 12:58

pistola-elettronica Fonte foto: Ansa
,,,,,,,