,,

Mosca, incidente aereo: le accuse ai passeggeri in fuga

Prendere il proprio bagaglio non costituisce un crimine per la legge, ma farlo può rallentare la fuga e impedire alle persone di salvarsi

Nell’incidente aereo avvenuto domenica scorsa a Mosca, sono morte 41 persone. L’aereo ha preso fuoco dopo aver tentato un atterraggio di fortuna, a seguito del quale alcuni passeggeri sono morti e altri sono riusciti a fuggire. Come riporta Il Corriere, nei video si vedono i passeggeri in fuga con i loro bagagli: secondo gli esperti, il recupero delle valigie può aver fatto perdere del tempo prezioso, impedendo ad altre persone di salvarsi.

Prendere il proprio bagaglio non costituisce un crimine per la legge, ma il regolamento per l’evacuazione da un aereo è chiaro: non appena si aprono le uscite di emergenza, è necessario uscire senza curarsi dei propri effetti personali. Questo perché recuperare le valigie può rallentare la fuga o può intralciare l’uscita.

Tra le persone finite nel mirino di giornali e social network c’è Dimitry Khlebushkin. Come riporta Il Corriere, l’uomo, di robusta costituzione e alta statura, era seduto al posto 10 C. Durante la fuga avrebbe ostruito il passaggio per portare con sé lo zaino; soltanto tre persone, tra quelle che si trovavano dietro di lui, sarebbero riuscite a uscire incolumi dal velivolo in fiamme.

VirgilioNotizie | 07-05-2019 12:57

Le foto dell'incidente Fonte foto: ANSA
Le foto dell'incidente
,,,,,,,