,,

Milano, Salvini: "Estremisti sono chi ha governato l'UE finora"

A Milano la manifestazione dei sovranisti europei. Il leader leghista: "Liberiamo il continente dall'occupazione abusiva organizzata a Bruxelles"

Oggi a Milano è il giorno della manifestazione dei sovranisti europei organizzata dalla Lega, con la presenza di numerosi esponenti dei partiti sovranisti ed euroscettici europei, tra cui Marine Le pene e Geert Wilders. L’evento, l’appuntamento più importante della campagna elettorale di Matteo Salvini, ha preso il via alle 15 con il corteo dei militanti della Lega partito da Porta Venezia e arrivato in piazza Duomo. Presenti molti esponenti del Carroccio, tra cui i governatori di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia.

Il comizio di Salvini

Dal palco, riporta l’Ansa, Matteo Salvini ha esordito attaccando l’Unione Europea, accusata di aver occupato abusivamente l’Europa:

“È un momento storico talmente importante per liberare il continente dall’occupazione abusiva organizzata a Bruxelles da molti anni. Chi ha tradito l’Europa, il sogno dei padri fondatori, di De Gaulle e De Gasperi? I Merkel, i Macron, i Soros, gli Juncker hanno costruito l’Europa della finanza e dell’immigrazione incontrollata”.

Il ministro dell’Interno ha fatto poi riferimento a chi lo attaccato nei mesi scorsi:

“Qui non ci sono estremisti, razzisti, fascisti. La differenza è tra chi guarda avanti, tra chi parla di futuro e di lavoro e chi fa i processi al passato: hanno paura del passato perché non hanno un’idea di futuro. Noi stiamo costruendo il futuro”.

Aggiungendo anche che gli estremisti sono chi ha governato l’Europa finora:

“Qua non c’è l’ultradestra ma la politica del buonsenso: gli estremisti sono quelli che hanno governato l’Europa per venti anni”.

Il ministro dell’Interno si è rivolto al Papa sul tema dei migranti:

“Con l’azione di governo ho dato risposte con fatti, non con parole. Lo dico anche a Papa Francesco, che oggi ha detto ‘bisogna ridurre i morti nel Mediterraneo’: il governo sta azzerando i morti nel Mediterraneo, con orgoglio e spirito cristiano”.

Poi spazio alle promesse elettorali:

“Se date alla Lega il primo posto in Italia e in Europa non mollerò finché ciascuno in Italia non pagherà il 15% di tasse. Non una lira di più”.

Gli altri leader

Prima di Salvini ha preso la parola sul palco di piazza Duomo Marine Le Pen, leader del partito francese Rassemblement National (Rn), che ha parlato di “momento storico”:

“Il momento in cui uniti daremo a tutta Europa il segnale della resistenza, della speranza e della riconquista”.

Le Pen ha poi parlato del “pericolo” immigrazione:

“Diciamo no a questa immigrazione che sommerge i nostri Paesi e che mette in pericolo i nostri valori di civiltà. Vogliamo vivere in Italia come italiani, in Francia da francesi. Il nostro progetto è di una cooperazione fra Stati, che rispetti l’identità dei popoli. Il momento è venuto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Geert Wilders, parlamentare olandese e leader del partito Pvv:

“Non possiamo fidarci delle elite politiche di Bruxelles, vogliono imporci le loro leggi, portarci via la nostra sicurezza, vogliono inondare le nostre nazioni con sempre più immigrati e non possiamo permetterglielo. Matteo sa come dire basta e l’Europa ha bisogno di più Salvini”.

Sul palco presenti anche altri esponenti politici dei sovranisti europei, tra cui George Meuthen, europarlamentare tedesco esponente di Alternative fuer Deutschland, Andres Vistisen, europarlamentare danese del Dansk Folkeparti, Boris Kollar, leader del partito sovranista slovacco Sme Rodina, Jaak Madison, vicepresidente del partito conservatore estone, Veselin Mareshki, vicepresidente del parlamento bulgaro.

Le contestazioni

Molte le manifestazioni di dissenso intorno e all’interno della piazza milanese, a partire dalla ‘protesta dei balconi’, l’iniziativa promossa dall’associazione “I Sentinelli” che ha invitato i milanesi a esporre dai balconi striscioni e lenzuola contro la manifestazione sovranista. Durante il comizio elettorale di Salvini è stato sventolato da una finestra del palazzo di fronte al palco uno striscione con la scritta “Restiamo umani”, da una persona vestita da Zorro. Lo striscione, riporta l’Ansa, è stato poi rimosso dalle forze dell’ordine.

Calenda in piazza Duomo

In piazza Duomo a Milano durante la manifestazione sovranista c’è anche Carlo Calenda, candidato alle europee con la lista alleata al Pd. “Questi sul palco sono i peggiori nemici dell’Italia”, ha detto ai cronisti presenti Calenda, citato dall’Ansa. “Non mi preoccupano le persone in piazza ma quelli sul palco. Sono rappresentati di partiti che si prendono i fondi europei, si rubano i posti di lavoro con delocalizzazioni, non ci danno una mano sui migranti, e alcuni sono negazionisti, una cosa brutta che non appartiene alla cultura italiana”, ha aggiunto l’ex ministro.

 

 

VirgilioNotizie | 18-05-2019 17:59

Milano, la manifestazione sovranista a piazza Duomo. Le immagini Fonte foto: Ansa
Milano, la manifestazione sovranista a piazza Duomo. Le immagini
,,,,,,,