,,

Milano: ordina gazzosa al bar, ma era acido. Ragazzo ustionato

Un 14enne ricoverato in ospedale con ustioni all'esofago e allo stomaco

Ha ordinato una gazzosa in un bar in zona Porta Venezia a Milano, quando si è sentito male appena ne ha bevuto un sorso. È il dramma accaduto ad un ragazzo di 14 anni, trasportato d’urgenza in ospedale, come riporta Il Corriere della Sera.

Il fatto è accaduto martedì. Il 14enne era uscito con la famiglia e alcuni loro amici. Il gruppo si era seduto ai tavoli del bar, nel centro di Milano, e aveva ordinato da bere. Al ragazzo era stata portata una gazzosa in una bottiglia di vetro con il tappo a vite. Subito è emerso che qualcosa non andava, perché il tappo era durissimo da svitare. Solo dopo diversi tentativi, anche da parte del personale del bar, la bottiglia è stata aperta. Il padre del 14enne si è insospettito, pensando che il prodotto fosse scaduto, poi però si è tranquillizzato leggendo l’etichetta, che riportava il 2022 come data di scadenza.

I problemi, tuttavia, stavano solo per cominciare. Quando il ragazzo ha iniziato a bere la gazzosa è bastato solo un sorso perché si sentisse male. Il 14enne è corso in bagno tenendosi con una mano il collo. I familiari non hanno compreso subito cosa stesse accadendo, ma quando il padre ha assaggiato la gazzosa ha sentito la lingua e le guance bruciare. Immediatamente è stata chiamata un’ambulanza e il ragazzo è stato portato all’ospedale Fatebenefratelli. Qui una dottoressa non è riuscita a misurare l’esatta concentrazione di acidità, come riporta Ansa, perché lo strumento per rilevarla si ferma a ph 9. Il 14enne ha riportato lesioni all’esofago e allo stomaco e durante la notte è stato deciso il suo trasferimento al reparto di chirurgia dell’ospedale Buzzi, dove è stato curato con il cortisone e ora si trova in osservazione. In questi giorni il ragazzo non ha potuto mangiare nulla, oggi cominceranno a somministrargli gradualmente dei liquidi.

Evidentemente la bottiglia servita al giovane non conteneva gazzosa, forse un detergente a base di ammoniaca o dell’acido. Quando i soccorsi sono arrivati nel locale, il personale sanitario ha chiesto al titolare che prodotti utilizzasse e l’attenzione si è focalizzata su una sostanza acida per la pulizia delle spine delle birre. Anche il padre del 14enne ha riportato delle lesioni, per aver assaggiato la gazzosa: gli è stata riscontrata una “diffusa iperemia e disepitelizzazione della punta linguale, iperemia del pavimento orale anteriore e faccia ventrale linguale”.  L’uomo ha sporto denuncia ai carabinieri della compagnia Monforte.

La bottiglia contenete il liquido è stata sequestrata dai carabinieri e dalle prime analisi è risultato un elevato tasso di acidità. Ulteriori analisi saranno necessarie per accertare il contenuto. Secondo le prime ipotesi,uno dei dipendenti potrebbe versato l’acido nella bottiglia, che poi sarebbe finita per errore insieme alle bevande servite ai clienti. Il proprietario del locale, mortificato, ha fatto visita al giovane in ospedale, scusandosi per l’accaduto.

VirgilioNotizie | 30-05-2019 09:40

ospedale-fatebenefratelli Fonte foto: ANSA
,,,,,,,