,,

Milano, l'imputato chiede al giudice di spostare l'udienza

L'imputato, per la sua scaramanzia, ha richiesto che la data della successiva udienza fosse spostata. E il giudice ha acconsentito

A Milano, un imputato napoletano processato per aver contraffatto una banconota da 50 euro, ha avanzato una richiesta stravagante al giudice, in merito alla data dell’udienza. Secondo quanto riporta l’Ansa, ha esclamato: “No dottore, il 17 no, porta sfortuna, non si può cambiare?”.

Dopo l’ultima udienza, il gup aveva proposto la data del 17 ottobre per l’udienza successiva, ma l’imputato presente in aula ha protestato, sostenendo che il 17 portasse sfortuna. Il giudice ha allora replicato: “Guardi, però, che non è mica di venerdì”. E l’imputato ha affermato: “Fosse stato di venerdì non sarei nemmeno uscito di casa”.

E la richiesta dell’uomo, dettata dalla sua scaramanzia, è stata accolta: il giudice ha fissato l’udienza il prossimo 24 ottobre.

VirgilioNotizie | 06-06-2019 21:09

giudice Fonte foto: ANSA
,,,,,,,