,,

Messico, italiano ucciso in agguato al ristorante: le piste

Un cittadino italiano è stato ucciso in un agguato in un ristorante di Città del Messico

È ancora in fuga il killer di Salvatore De Stefano, il cittadino italiano di 35 anni assassinato in un ristorante di Città del Messico nella notte fra mercoledì e giovedì.

Il trentacinquenne napoletano, il quinto italiano ucciso in Messico dal gennaio 2018, è stato assassinato mentre pagava il conto al ristorante. Secondo la ricostruzione dei fatti fornita da ‘Studio Aperto’, chi ha sparato ha detto qualcosa e poi ha mirato dritto nella direzione di Salvatore De Stefano, morto poco dopo in ospedale. Indossava giubbotto e pantaloni blu. Il volto di uno dei killer è immortalato in una foto, estratta dai filmati ripresi dalle telecamere.

Stando a quanto riferito nel telegiornale, una pista relativa al motivo dell’uccisione di De Stefano farebbe riferimento a una possibile vendetta collegata alla sua attività di vendita di macchinari e apparecchiature elettriche, apparentemente contraffatti. Poco più di un anno fa, sempre in Messico, vennero rapiti tre italiani e anche loro, come riporta il tg, sarebbero stati attivi nella vendita di macchinari contraffatti.

Quella collegata alla professione di Salvatore De Stefano, però, non è l’unica pista al vaglio per il suo omicidio: secondo quanto dichiarato nel servizio di ‘Studio Aperto’, il trentacinquenne napoletano, in passato, sarebbe stato arrestato in Messico per questioni di droga.

VirgilioNotizie | 07-04-2019 14:20

,,,,,,,