Merkel, preoccupa ancora antisemitismo

La Notte dei cristalli il culmine di un lungo processo

(ANSA) – BERLINO, 9 NOV – Dopo la seconda guerra mondiale “la delimitazione normativa di razzismo e antisemitismo era fondamentale ma razzismo, antisemitismo e pregiudizi non svaniscono da soli”: lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel nel discorso per la commemorazione degli 80 anni dalla Notte dei Cristalli, alla sinagoga centrale di Berlino.

“Oggi c’è in Germania una fiorente vita ebraica”, ha proseguito, ma al tempo stesso “è possibile constatare un preoccupante antisemitismo” e “l’antisemitismo non inquieta solo gli ebrei ma noi tutti”, ha aggiunto facendo riferimento alle aggressioni che si sono verificate quest’anno a studenti e agli attacchi contro locali ebraici.

Per comprendere la Notte dei Cristalli, ha detto Merkel, è necessario capire qual è il processo che l’ha preceduta e che ha poi portato alla Shoah. Solo in questo modo è possibile trarre il giusto insegnamento per il futuro, ha proseguito.

ANSA | 09-11-2018 18:56