,,

Marche, gestivano macerie post-sisma: due arresti per corruzione

Fermati un dipendente delle Marche e una imprenditrice dell'Ascolano

Sono due gli arresti per corruzione legati alla gestione delle macerie dopo il terremoto nelle Marche, secondo quanto riporta “Ansa”. A essere coinvolto è un dipendente della Regione Marche, Stefano Mircoli. L’altra indagata invece è l’imprenditrice dell’Ascolano, Cristina Perotti, della ditta “Dimensione scavi”.

Entrambi sono stati fermati dalla Guardia di Finanza sotto ordine della Procura di Ascoli Piceno. Le ipotesi di reato sono corruzione e rivelazione di segreti di ufficio.

Secondo quanto riporta l’accusa, le indagini avrebbero raccolto indizi “gravi” su uno stabile e strutturato “asservimento” del dipendente pubblico nei confronti dell’azienda privata, relazione che avrebbe quindi condizionato alcune procedure. Insomma, un caso di corruzione senza uno passaggio di soldi, ma con scambi di informazioni.

I due sono ora in stato di arresto, in attesa dell’interrogatorio di garanzia, dove entrambi potranno chiarire le loro posizioni e respingere le accuse.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-06-2019 20:51

macerie-marche Fonte foto: Ansa
,,,,,,,