,

Manuel Bortuzzo: "Bebe Vio sarà un modello da seguire"

Manuel pensa già alla riabilitazione. E non prova rancore verso i suoi aggressori

Manuel Bortuzzo guarda al futuro. Non perde la speranza, il giovane nuotatore ferito per errore da un colpo di pistola. «Quando ho pensato al mio futuro ‘diverso’ la mente è andata a lei, a Bebe Vio, sarà un modello da seguire» ha detto il ragazzo, come riportato da Tgcom24. Dal suo letto di ospedale si fa coraggio: «Voglio iniziare al più presto la riabilitazione, tornerò più forte di prima».

Sui suoi assalitori, non si pronuncia con parole di rabbia: «Sinceramente, non me ne frega niente adesso. Voglio solo concentrarmi su me stesso, pensare ai miei amici, a migliorare la mia condizione. Non vedo l’ora di tornare a casa, anche se, mi sa, dovremo cambiarla: è a tre piani, non va più bene».

Manuel è distrutto per quello che gli è successo, ma sa che troverà la forza per andare avanti. Forza che già trae dai molti messaggi di affetto e solidarietà che sta ricevendo da tantissime persone. «Attraverso il mio smartphone ho potuto vedere personalmente la valanga di messaggi, di solidarietà e di auguri, che mi stanno arrivando da persone che nemmeno mi conoscono eppure mi vogliono bene» dice, in un’intervista del Messaggero. «Anche se non sto rispondendo, sappiate che li apprezzo. Grazie».

VIRGILIO NOTIZIE | 11-02-2019 10:03

,,,,,,,