,,

Londra: italiano cadavere in un cassonetto, indagato connazionale

La vittima si chiamava Erik Sanfilippo. Indagato un altro italiano per occultamento di cadavere

Un giovane toscano di 23 anni, Erik Sanfilippo, è stato trovato morto a Londra lo scorso 11 maggio, dentro un cassonetto, riporta Il Messaggero. Il ritrovamento è avvenuto in una zona semi abbandonata del quartiere di Islington, a nord della città, non lontano dall’Emirates Stadium dell’Arsenal.

Ora, riferisce Ansa, la polizia britannica ha indagato un 52enne italiano, di nome Gerardo Rossi. L’uomo, arrestato in un primo momento sulla base di un sospetto di omicidio, è al momento indagato per occultamento di cadavere.

L’ipotesi iniziale di una morte violenta per Erik Sanfilippo non ha trovato conferma e Gerardo Rossi è stato scarcerato su cauzione. L’uomo, tuttavia, è stato arrestato di nuovo oggi e condotto di fronte a un giudice per la convalida del fermo e la contestazione del reato di occultamento di cadavere. I dettagli sul caso sono stati comunicati dalla polizia britannica, che tuttavia mantiene il riserbo sulle possibili cause del decesso del giovane toscano. Il Consolato generale d’Italia a Londra segue la vicenda, in coordinamento con l’Ambasciata e con il Ministero degli Esteri, restando in contatto con la famiglia Sanfilippo e le autorità britanniche. I genitori e la sorella del giovane sarebbero a Londra da un paio di giorni. Il 23enne si era trasferito circa un anno fa nella capitale britannica, dove lavorava come cameriere in un ristorante.

Erik Sanfilippo era originario di Montopoli Valdarno, in provincia di Pisa. Il sindaco del paese, Giovanni Capecchi, ha detto di aver lasciato il suo numero di cellulare alla madre di Erik e di restare “a disposizione della famiglia per qualunque necessità – riporta Il Messaggero -. Tutta la nostra comunità è addolorata per quanto accaduto e si stringe alla famiglia colpita da questo terribile lutto”.

Alla madre di Erik ho lasciato anche il mio numero di telefono cellulare e resto a disposizione della famiglia per qualunque necessità. Tutta la nostra comunità è addolorata per quanto accaduto e si stringe alla famiglia colpita da questo terribile lutto», ha concluso il sindaco. Secondo quanto appreso, la polizia inglese ha imposto il massimo sulle indagini anche alla famiglia: a Londra da due giorni si trovano i genitori e la sorella del 23enne. Sanfilippo si era trasferito a Londra circa un anno fa per cercare fortuna e da tempo lavorava come cameriere in un ristorante.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-05-2019 22:17

polizia-londra Fonte foto: ISTOCK
,,,,,,,