,,

Legittima difesa: cosa prevede la riforma voluta da Salvini

Dal 26 marzo al vaglio del Senato per la terza lettura

Il disegno di legge sulla legittima difesa modifica alcune condizioni per quanto riguarda l’utilizzo di armi legalmente detenute in situazioni di pericolo, e introduce provvedimenti più severi per rapine e furti. E’ uno dei punti fondamentali del programma elettorale di Matteo Salvini e della Lega. Ricevuto l’ok della Camera, adesso il testo passa alla Camera. Di seguito, nel dettaglio, i punti più significativi.

Difesa sempre legittima. Il primo punto del disegno di legge proposto dalla Lega interviene sull’articolo 52 del codice penale sulla legittima difesa. In particolare renderà possibile difendersi con un’arma quando si subisce un’aggressione o un furto, anche se il ladro non ne sta impugnando una a sua volta; sarà sufficiente la sola minaccia di farlo a legittimare la difesa.

Non punibile chi è in stato di grave turbamento. Il secondo punto andrà a modificare l’articolo 55 del codice penale sull’eccesso colposo. Verrà introdotta una maggior tolleranza verso chi si difende mentre è in uno stato di grave turbamento, a seguito di un pericolo in atto.

Sospensione pena solo dopo il risarcimento danni. Il terzo punto del ddl prevede che i colpevoli di un furto possano ottenere la sospensione condizionale della pena solo dopo aver completamente risarcito i danni alla vittima.

Pene più severe per violazione di domicilio, furto e rapina. Il quarto punto comporta un inasprimento delle pene per chi commette una violazione di domicilio, fino a un massimo di quattro anni di detenzione. Per quanto riguarda furti in appartamenti e scippi, si arriva a sei e sette anni. Anche per le rapine, sette anni. Le sanzioni si innalzano fino a 2500 euro.

Responsabilità civile esclusa. Per chi si avvale del diritto di legittima difesa, verrà esclusa la responsabilità civile. Ciò significa che la persona in questione, se assolta in sede penale, non avrà l’obbligo di risarcire il danno all’aggressore in sede civile.

Patrocinio gratuito e spese di giustizia. Vengono estese le norme sul patrocinio gratuito riguardanti le spese per la difesa in caso di proscioglimento o archiviazione del caso, a favore di chi si avvale della legittima difesa.

Priorità nei processi. L’ultimo punto del disegno di legge prevede che “nella formazione dei ruoli di udienza debba essere assicurata priorità anche ai processi relativi ai delitti di omicidio colposo e di lesioni personali colpose”.

VIRGILIO NOTIZIE | 07-03-2019 11:33

Legittima difesa: Salvini, provvedimento arriva a marzo Fonte foto: ANSA
,,,,,,,