,,

Leggi e decreti, i 3 record che il governo Conte ha già battuto

Dalle conversioni di decreti sul totale delle leggi approvate, alle proposte "incagliate": le performances parlamentari dell'esecutivo giallo-verde

Il governo del Premier Giuseppe Conte si è insediato a giugno 2018 ma già si è aggiudicato diversi record. In primis, quello della percentuale di conversione in legge di decreti sul totale dei provvedimenti approvati dal Parlamento. Ben il 63,16%, calcola, sui primi 6 mesi, la fondazione Openpolis, contro il 50% del governo guidato da Enrico Letta e, rispettivamente, il 30,36% dell’esecutivo di Matteo Renzi e appena il 16% toccato dal presidente Paolo Gentiloni. Una netta inversione di tendenza, quindi.

La lunga attesa dei decreti legge

Altro record del governo giallo-verde: la lunga attesa dei decreti legge, dalla presentazione alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. La media è di 8 giorni, mentre ad esempio con la compagine di Letta ne bastavano 4. E in questo maggior lasso di tempo, è accaduto spesso che i provvedimenti variassero rispetto alla versione presentata in conferenza stampa.

Le proposte al palo in Parlamento

Un terzo primato negli iniziali 6 mesi della coalizione M5S-Lega è rappresentato dalla percentuale delle proposte di deputati e senatori “incagliate” in Parlamento: il 94% resta fermo al palo, circa il 10% in più di quanto succedeva con Letta a Palazzo Chigi. In particolare, il 35,59% dei testi non è ancora stato assegnato alla commissione competente e il 59,10 è stato assegnato ma non ancora esaminato.

ASKANEWS | 07-01-2019 18:09

governoConte_1217x693
,,,,,,,