,,

Lega-M5S, nuovo duello sul numero di immigrati irregolari

Salvini: "90mila irregolari". I cinquestelle: "Sul contratto di governo aveva scritto 500mila"

Al caso Siri e alle norme Salva Roma si aggiunge un nuovo tema di confronto all’interno del governo tra Movimento 5 Stelle e Lega, quello relativo al numero di irregolari presenti in Italia.

Al termine della riunione su sicurezza, terrorismo e immigrazione che si è tenuta mercoledì mattina al Viminale, il ministro dell’Interno Matteo Salvini, riporta La Repubblica, ha detto che il numero di migranti irregolari stimati nel nostro paese è di circa 90mila. “Dal combinato dei dati degli ultimi 4 anni e mezzo emerge che in Italia si ha una clandestinità di 90mila soggetti massimo, essendo pessimisti. Il numero di irregolari che si stima siano presenti sul nostro territorio è molto più basso anche rispetto a quanto potessi presumere”, ha riferito Salvini.

La polemica sui numeri

Il Movimento 5 Stelle ha poi replicato così, riferisce l’Ansa: “Sorprendono le parole del ministro dell’Interno Matteo Salvini sui 90mila irregolari in Italia visto che fu proprio lui a scrivere nel contratto di governo il numero di 500mila irregolari. Che tra l’altro è il numero reale, confermato da molte organizzazioni. Non capiamo il senso di dover anche smentire ciò che è riportato nel contratto di governo, forse perché sui rimpatri ancora non è stato fatto nulla?”.

Salvini in conferenza stampa aveva spiegato che “gli sbarchi sono stati 478mila in questi quattro anni e spicci e le presenze certificate in paesi europei di migranti che chiedono all’Italia di essere riammessi sono 268mila. Quindi ai dati dei seicentomila irregolari stimati fino a ieri, questi 268mila non sono in Italia e vengono detratti dal monte totale, poi ne abbiamo riaccolti 32mila”.

I dati

Secondo un’indagine realizzata dall’Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI), gli stranieri irregolari stimati in Italia nel 2018 sarebbero poco meno di 600mila, in aumento dai 530mila del 2017, nonostante il netto calo degli sbarchi. Secondo i dati del Viminale, da gennaio al 24 aprile di quest’anno sono sbarcati 666 migranti, il 92% in meno rispetto al 2018 e il 98% in meno rispetto al 2017.

Un aumento che sarebbe stato causato, seppure in minima parte, dal governo stesso con il decreto sicurezza: sempre secondo l’ISPI, l’abolizione dei permessi di soggiorno temporanei per esigenze di carattere umanitario ha “creato” dall’ottobre 2018 al marzo 2019 circa 10mila nuovi irregolari.

VirgilioNotizie | 25-04-2019 09:50

di-maio-salvini Fonte foto: Ansa
,,,,,,,