,,

Lecce, riaperto il caso di Marianna Greco: indagato il marito

La 37enne ritrovata morta con ferite da taglio alla gola: il caso era stato archiviato come suicidio. Disposta l'autopsia

Svolta nel caso di Marianna Greco, la 37enne trovata morta nella sua casa di Novoli, in provincia di Lecce, nel novembre 2016. L’indagine era stata archiviata: la morte della donna, trovata morta nel suo letto con diverse ferite da arma da taglio alla gola, era stata ritenuta un suicidio. Ora la Procura, riporta La Repubblica, ha riaperto le indagini disponendo la riesumazione del corpo e l’autopsia e notificando un avviso di garanzia al marito della donna, Emanuele Montinaro, 43 anni. L’uomo, inizialmente indagato per istigazione al suicidio, è ora indagato per omicidio volontario. L’esame autoptico sul corpo della 37enne verrà eseguito il prossimo 5 giugno.

Decisiva per la riapertura delle indagini la volontà della famiglia della vittima, che non ha mai creduto al suicidio e ha fornito alla Procura diversi elementi. A partire dall’esame del medico legale della famiglia, secondo cui le coltellate sarebbero state inferte da diverse angolazioni e con diversa intensità, difficili da infliggersi da soli. E altri dettagli, come la mancata analisi di diversi reperti e la sparizione del telefono cellulare, poi ritrovato. Montinaro è stato interrogato martedì scorso e secondo quanto riporta La Repubblica avrebbe confermato la tesi del suicidio sostenuta finora e confermata dall’esame del medico legale eseguita due anni fa.

VirgilioNotizie | 31-05-2019 09:37

greco-lecce Fonte foto: Ansa
,,,,,,,