,,

Laureata di Palermo si candida a Pordenone, ma viene respinta

Il sospetto di discriminazione per un'email di risposta inviata per errore alla ragazza

Una giovane laureata originaria della Sicilia ha inviato una candidatura per una borsa di studio presso l’Istituto tumori Cro (Centro riferimento oncologico) di Aviano, in provincia di Pordenone. Alla sua richiesta, ha ricevuto per errore una replica dai presunti toni discriminatori.

Figurati se andiamo a prendere una da Palermo“, riporta l’email, come riferisce Tgcom24. Una frase che per Erminia Muscolino, la laureata in biologia che aveva inviato la domanda per la borsa di studio, non lascia spazio a fraintendimenti. Dopo un’iniziale reazione di incredulità, la ragazza ha così replicato: “Riscontro la sua mail sicuramente pervenutami per errore con poche ma sentite battute: sorvolando sui possibili profili penali che potrebbero desumersi dalle sue parole, palesemente discriminatorie per i palermitani, io volevo solo ringraziarla. Ho capito che questo centro non fa per me”.

A Palermo abbiamo menti libere, aperte e scevre da ogni pregiudizio”, ha continuato nella mail. “Non credo potrei esprimere al meglio le mie potenzialità professionali e umane collaborando con persone con la mente ristretta, chiusa ed evidentemente corrotta da stupidi pregiudizi. Pertanto chiedo di non tenere conto della mia candidatura”.

Dall’Istituto di Aviano, giunge la risposta: “Non c’è nulla di male nella provenienza da Palermo e il suo atteggiamento belligerante non ha proprio senso. Il punto è che non possiamo offrire contratti economicamente vantaggiosi per disposizione della legge Madia ma solo borse di studio eventuali e non sufficienti a garantire una posizione per qualcuno che viene da lontano. Ecco perché non consideriamo persone geograficamente lontane“. Ma Erminia non è convinta dell’onestà di queste parole, come riferisce Tgcom24.

La querelle ha portato l’Istituto di Aviano a rilasciare una dichiarazione ufficiale dove spiega che non è stata messa in atto alcuna opera di discriminazione: “I criteri per l’assegnazione delle borse di studio si basano esclusivamente sul merito e sull’attinenza che esiste tra le stesse e i profili curricolari pervenuti”. E specifica che “nel nostro centro lavorano peraltro due luminari di caratura internazionale, originari proprio della Sicilia”.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-02-2019 11:10

erminia Fonte foto: Facebook
,,,,,,,