La "bastardata" del governo gialloverde (secondo Mara Carfagna)

Manovra, "Niente soldi per gli orfani dei femminicidi": la vice presidente della Camera Mara Carfagna scatenata contro il governo gialloverde

La “bastardata” del governo gialloverde (secondo Mara Carfagna).  La vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia scatenata contro la maggioranza che nella manovra non ha stanziato soldi per gli orfani dei femminicidi. “Movimento 5 stelle e Lega hanno trovato soldi per tutto” ha tuonato: “detassare i massaggi e i trattamenti di bellezza negli hotel, consentire ai turisti di fare shopping con 15 mila euro in contanti e far costare meno la birra prodotta nei birrifici artigianali. Promettono soldi a pioggia col reddito di cittadinanza, assumono ‘navigator‘, ma non sono riusciti a far spuntare 10 milioni di euro per le famiglie che si prendono cura degli orfani di femminicidio, delle migliaia di bambine e bambini che hanno spesso assistito all`assassinio della madre da parte del padre. È una vergogna che tradisce tutti gli impegni pubblici presi dai partiti della maggioranza. Con la bocciatura avvenuta stanotte dell`emendamento che abbiamo presentato in Commissione Bilancio si rompe un clima che su queste tematiche così delicate è sempre stato bipartisan, di ascolto e confronto concreto. È una bastardata“.

“Forza Italia prende le distanze dalla Lega”

“Forza Italia – ha proseguito Carfagna – prende le distanze dalla Lega quando avalla decisioni incomprensibili che fermano il Paese, bruciano posti di lavoro, non riducono le tasse. La Lega che conosciamo noi e con cui siamo alleati sul territorio, è una Lega che abbassa la pressione fiscale, sostiene la piccola e media impresa, non dimentica chi resta indietro e mette in piedi un sistema di welfare capace di raggiungere le fasce più deboli della popolazione. Una Lega che non si fa accecare dall’ideologia e soprattutto non appalta a forze estremiste come i Cinquestelle i temi economici e quelli del mercato del lavoro”.

Anche le parlamentari Pd contro il governo gialloverde

Anche la parlamentare del Pd Francesca Puglisi ha protestato. Su Twitter ha scritto: “Le chiacchiere non servono. Servono risorse per sostenere gli orfani di femminicidio. Per le cure psicologiche, per sostenerli negli studi, per offrire opportunità a vite massacrate dalla violenza domestica. Il Governo Lega-M5s si vergogni e provveda nella legge di bilancio”. A Francesca Puglisi ha fatto eco la collega e compagna di partito Enza Bruno Bossio, la quale in una nota ha commentato così: “È incredibile quanto successo in commissione Bilancio, dove il governo ha bocciato un emendamento dell’opposizione che chiedeva di stanziare 10 milioni a favore delle famiglie che decidono di occuparsi degli orfani le cui madri sono state vittime di femminicidio”.  “Era un provvedimento di civiltà che il governo a guida Pd – ha proseguito la parlamentare Pd – aveva approvato nella scorsa legislatura e che andava rafforzato. Invece il governo ha deciso di tagliare i fondi. È la dimostrazione che il vergognoso ddl Pillon non era un’eccezione, ma la regola di questa maggioranza che vuole riportarci nel Medioevo. La difesa della donna non può diventare un tema di parte, deve essere un patrimonio della politica e del Paese. Lega e Cinque Stelle stanno scardinando anche i più sacrosanti principi di convivenza civile. Non lo possiamo accettare e non lo accetteremo mai”.

ASKANEWS | 06-12-2018 12:43