,,

Il Navigator di Di Maio scatena l'ironia social

Il vicepremier Luigi Di Maio scatena l'ironia social dopo che a Porta a Porta ha parlato di Navigator in relazione al reddito di cittadinanza

La nuova parola chiave della politica e dei commenti (specialmente social) sulla politica è “Navigator“. Parola pronunciata da Luigi di Maio a “Porta a Porta”, e che indica un’inedita figura di supporto a coloro che percepiranno il reddito di cittadinanza. Quello che prima chiamavano “Tutor“, insomma la persona che conduce con mano salda il disoccupato nella perigliosa navigazione delle opportunità di lavoro.

Ironia social su Navigator

E subito è scattata l’ironia social sul termine usato da di Maio, “Navigator”, appunto. Ai più “anziani” è venuto in mente il glorioso ma defunto browser “Netscape Navigator”, il più in voga molti anni fa, che accompagnava gli utenti nella navigazione web. Ad altri la parola correlata con la misura del reddito di cittadinanza ha richiamato, meno romanticamente, “Terminator” con Schwarzenegger; altri ancora hanno ricordato e adattato il motto “siamo un popolo di santi, poeti e navigator“.

Meme e domande sul Navigator

La discussione collettiva sul Navigator che faciliterà la vita ai percettori del reddito di cittadinanza è naturalmente condita da un profluvio di meme che impazzano sui social. E con la domanda al femminile: se si è donne e se ci si vuole candidare a fare la “navigator”, si dirà “navigatrice, navigatora“? E poi altri, sempre sui social, si sono fatti due conti: se per ogni disoccupato serve un “navigator”, e i disoccupati sono, poniamo, alcuni milioni, serviranno alcuni milioni di skipper (pardon, navigators)? I conti tornano?

ASKANEWS | 05-12-2018 14:07

7f5dbc37b3af2f4ac681971811d87812.jpg
,,,,,,,