,

Clima, Greta in piazza a Roma 'La lotta durerà per anni'

Greta, vogliamo indietro le nostre speranze e i nostri sogni

In piazza del Popolo a Roma la grande manifestazione dei Fridays For Future, gli scioperi del venerdì per il clima ispirati dall’attivista svedese sedicenne Greta Thunberg. A mezzogiorno e mezzo parlerà Greta. In piazza del Popolo ci sono già alcune migliaia di persone, soprattutto giovani, arrivati anche da fuori Roma, con cartelloni sul clima. Sotto un sole caldo, sul palco si esibiscono cantanti. Fra poco cominceranno gli interventi dei ragazzi di Fridays For Future. Il palco è alimentato con l’elettricità prodotta da 120 ciclisti. Le loro biciclette sono montate su generatori: pedalando viene prodotta energia “pulita”, senza emissioni di gas serra.

 “Il problema base è che nulla viene fatto per arrestare la catastrofe ecologica. Dobbiamo prepararci a lottare per lungo tempo. Non basteranno settimane o mesi, ci vorranno anni”. Lo ha detto Greta Thunberg dal palco dello sciopero del clima di Piazza del popolo.

“Noi bambini non stiamo sacrificando la nostra educazione e la nostra infanzia perche’ gli adulti e i politici ci dicano cosa ritengono politicamente possibile nella societa’ che hanno creato – ha proseguito Greta -. Non siamo scesi in strada per farci fare i selfie e sentirci dire quanto ammirano quello che facciamo. Noi bambini stiamo facendo questo per svegliare gli adulti, perche’ vogliamo che agiscano, perche’ vogliamo indietro le nostre speranze e i nostri sogni“. “Noi non siamo quelli che hanno creato questa crisi – ha detto ancora Greta -. Noi siamo nati in questo mondo dove c’e’ un’emergenza esistenziale ignorata, e abbiamo deciso di agire contro questa perche’ siamo stufi delle bugie e delle promesse non mantenute”

“Qualcuno dice che stiamo perdendo il tempo delle lezioni. Noi diciamo che stiamo cambiando il mondo. Continueremo a lottare per il nostro futuro e il pianeta vivente. Ciao Roma!”. Lo ha detto Greta Thunberg dal palco dello sciopero del clima in piazza del Popolo. Greta ha parlato in inglese, ricalcando in gran parte il discorso fatto ieri a un convegno in Senato. Vestiva pantaloni viola e maglia a righe e portava il cartello con la scritta “sciopero per il clima” in svedese.

 “Sono contenta che Greta sia in Italia, spero che torni. Sono d’accordo con lei, sono qui per sostenerla”. E’ il messaggio che Alice, bambina romana di 9 anni, ha lanciato in inglese stamani dal palco dello sciopero del clima in piazza del Popolo. Alice è arrivata alla manifestazione a piedi insieme a Greta Thunberg. “Sono felice di averla incontrata”, ha detto poi alla stampa Alice. “Il mio desiderio – ha aggiunto – e’ che entro la fine dell’anno tutti siano consapevoli dell’emergenza del clima”.

Sono 3.500 secondo la questura i partecipanti allo sciopero del clima organizzato in piazza del Popolo a Roma stamani da Fridays For Future, il movimento ispirato da Greta Thunberg. Per gli organizzatori i partecipanti sono circa 10.000.

“Tanta gente importante si congratula con me, ma non so di che cosa si congratuli. Milioni di studenti sono andati in sciopero per il clima, e nulla è cambiato”. Greta Thunberg ha parlato ieri al Senato a Roma, senza perdere il suo tono ruvido. Tutti la lodano, ma lei non si fa incantare, e non fa sconti a nessuno. L’attivista svedese è stata invitata dalla presidente Elisabetta Casellati a un convegno dal titolo “Clima: il tempo cambia, è tempo di cambiare”. La sala Koch del Senato è gremita, ci sono gli studenti, ma la maggioranza sono adulti. Tra i vip spiccano Pierferdinando Casini e l’attore Giancarlo Giannini, poi tutti i rappresentati del mondo ambientalista. Greta è minuta, uno scricciolo che dimostra meno dei suoi sedici anni. Ha le trecce biondo cenere e una borraccia rossa in mano, un simbolo di come si può ridurre la plastica monouso. Fa qualche sorriso timido ai fotografi e ai tanti che le fanno i complimenti, sembra impaurita.

ANSA | 20-04-2019 10:30

,,,,,,,