,

Gommista uccise ladro: chiesta l'archiviazione, Salvini esulta

Fredy Pacini era indagato per eccesso colposo di legittima difesa: il 28 novembre aveva sparato ad un giovane moldavo entrato nella sua officina

La decisione spetta, adesso, al giudice per l’indagine preliminare ma la procura di Arezzo ha chiesto, oggi, l’archiviazione per Fredy Pacini, il gommista che il 28 novembre scorso uccise a colpi di fucile il presunto ladro che si era introdotto nella sua rivendita di gomme e biciclette a Monte San Savino. Dei cinque colpi sparati, uno aveva raggiunto l’intruso all’arteria femorale, uccidendolo.

Il pm: è legittima difesa putativa

Secondo il pubblico ministero Andrea Claudiani, l’episodio è rubricabile come legittima difesa putativa e quindi Pacini non deve andare a processo per la morte del 29enne moldavo Mircea Vitalie. Il gommista  era  indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Secondo quanto spiega l’Ansa, la valutazione del pm non sarebbe dettata dalla nuova legge sulla legittima difesa ma dal vecchio impianto normativo: Pacini, infatti, si sarebbe ritenuto in una situazione di effettivo pericolo, a fronte dell’ingresso dell’estraneo nella sua rivendita, dove già aveva subito diversi furti.

Salvini chiama Pacini

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, grande promotore proprio della nuova legge sulla legittima difesa, fa sapere di aver telefonato a Pacini per felicitarsi: “Ogni tanto una bella notizia!!!”, commenta Salvini via Twitter, aggiungendo di aver detto a Pacini “che eravamo, siamo e saremo sempre al suo fianco, sempre dalla parte del diritto alla legittima difesa!”.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-05-2019 15:20

,,,,,,,