,,

Testimone chiave potrebbe sapere la verità su Giulio Regeni

La testimonianza potrebbe essere decisiva per risolvere il caso. Da Roma è partita una nuova rogatoria per avere più elementi

Uno dei funzionari della National Security egiziana, riporta Il Corriere della Sera, avrebbe raccontato di aver partecipato al “prelevamento” di Giulio Regeni. Il giovane ricercatore italiano era stato rapito a Il Cairo la sera del 25 gennaio 2016 e ritrovato morto una settimana più tardi.

«Credevamo che fosse una spia inglese, lo abbiamo preso, io sono andato e dopo averlo caricato in macchina abbiamo dovuto picchiarlo. Io l’ho colpito al volto».

Queste le parole, riportare dal quotidiano, che l’agente avrebbe confidato a un collega straniero durante una riunione di poliziotti africani, avvenuta nell’estate 2017. Un testimone avrebbe rivelato l’episodio, che potrebbe determinare una svolta nelle indagini della Procura di Roma.

Il testimone chiave

L’uomo, madrelingua arabo, avrebbe deciso di raccontare tutto ai legali e ai consulenti della famiglia di Giulio Regeni, coordinati dall’avvocato Alessandra Ballerini. Le dichiarazioni sarebbero ora in mano ai magistrati romani secondo il Corriere.

Il procuratore di Roma Giuseppe Pignatone e il sostituto Sergio Colaiocco si sarebbero espressi positivamente sull’attendibilità della testimonianza, logica e congruente con altri elementi dell’indagine. Nei giorni scorsi è stata inoltrata a Il Cairo una nuova rogatoria per richiedere ulteriori informazioni all’intelligence egiziana.

Le parole del testimone potrebbero essere decisive per scoprire la verità sul sequestro, le torture e la morte di Giulio Regeni. Da tre anni i magistrati italiani, gli investigatori del Raggruppamento operativo sociale dei Carabinieri e del Servizio centrale operativo della Polizia, insieme alla Procura generale de Il Cairo, stanno cercando di far luce sul caso.

Le dichiarazioni di Conte

Ieri il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, rivelando di avere avuto una lunga telefonata con il presidente egiziano Al Sisi, ha parlato proprio di una rogatoria da perorare, oltre ad annunciare aggiornamenti sulla situazione libica.

VirgilioNotizie | 05-05-2019 08:39

giulio-regeni-verita-testimone-rogatoria Fonte foto: ANSA
,,,,,,,