,,

Regno Unito: giudice impone aborto a disabile, poi cambia idea

La decisione di imporre l'interruzione di gravidanza alla donna disabile è stata revocata

Nel Regno Unito la decisione di una corte giudiziaria di imporre l’aborto a una donna affetta da disabilità ha sollevato delle polemiche. Come riporta Tgcom24, il ricorso della madre ha fatto fare retromarcia alla giudice che aveva emesso la sentenza.

L’aborto era stato imposto contro la volontà della donna, una 25enne con difficoltà di apprendimento incinta da 22 settimane. Malgrado la sua condizione, la donna aveva comunque espresso il desiderio di portare avanti la gravidanza, ma Nathalie Lieven, giudice della Court of Protection di Londra, aveva stabilito che la ragazza non sarebbe stata idonea ad affrontare la maternità.

Come riporta l’Ansa, la giudice ha dichiarato: “Sono assolutamente conscia che ordinare a una donna d’interrompere la gravidanza contro quella che appare la sua volontà è un’intrusione enorme”. Eppure, la giudice sostiene di averlo fatto nell’interesse della ragazza.

John Sherrington, vescovo cattolico di Westminster, aveva espresso il suo sdegno: “Forzare una donna ad avere un aborto contro la sua volontà e quella dei familiari più stretti viola i diritti umani, per non parlare del diritto alla vita del nascituro. È triste e angosciante”.

VirgilioNotizie | 24-06-2019 21:00

Giudice Fonte foto: iStock
,,,,,,,