Giappone: tribunale, ok riavvio centrale

Respinto giudizio di primo grado per due reattori impianto Ohi

(ANSA) – TOKYO 4 LUG – Un tribunale giapponese di secondo grado ha ribaltato il giudizio di una corte distrettuale che vietava il riavvio di due reattori nucleari nella prefettura di Fukui, nel Giappone centrale. All’indomani dell’incidente di Fukushima, i residenti dell’area avevano firmato un’ingiunzione per bloccare l’impianto di Ohi gestito dalla Kansai Electric Power, contestando le ipotesi del gestore – definite troppo ottimistiche – riguardo le vulnerabilità della centrale nel caso si verificasse un sisma di forte magnitudo. Nel 2014 la Corte di Fukui si era pronunciata a favore dei residenti, avvallati degli esami sul territorio di un ex membro dell’Autorità di regolamentazione del nucleare. La sentenza era stata la prima a contestare l’eventuale riavvio di una centrale atomica dalla data del disastro di Fukushima, nel marzo 2011.

La nuova ordinanza del tribunale si basa su ricerche dettagliate e non c’é alcun bisogno di una revisione delle probabilità di un sisma e il successivo impatto sulla centrale.

ANSA | 04-07-2018 14:46