,,

L'aguzzino seriale di Milano dovrà rimanere in carcere

Per il giudice potrebbe commettere altri reati. L'uomo, paziente psichiatrico, avrebbe chiesto durante l'interrogatorio di essere arrestato

Giacomo Oldrati, accusato di aver preso a calci e pugni la sua fidanzata seviziandola per giorni, dovrà rimanere in carcere. Il 40enne era stato arrestato a Milano per sequestro di persona e lesioni gravissime. Il gip Ilaria De Magistris, riporta ANSA, ne ha disposto la misura cautelare per pericolo di reiterazione del reato, accogliendo la richiesta del pm Paolo Filippini.

Lo stesso Oldrati, durante l’interrogatorio, avrebbe chiesto di rimanere rinchiuso, affermando: “Tenetemi dentro, posso rifarlo”. E avrebbe ammesso di aver tenuta rinchiusa per giorni la 26enne, seviziandola e costringendola a fare bagni gelati. “L’ho picchiata, l’ho rinchiusa, ho problemi psichiatrici”, e secondo ANSA avrebbe proseguito con un elenco di medici da cui sarebbe in cura per il suo disturbo bipolare.

Il 4 giugno, dopo essere stata tenuta prigioniera per quattro giorni, la donna è riuscita a fuggire buttandosi dal primo piano del palazzo. Approfittando di un momento di distrazione del suo aguzzino, si è lanciata senza vestiti. Oldrati era stato assolto a Bologna nel gennaio 2018 per aggressioni simili, perché considerato incapace di intendere e di volere. In seguito aveva soggiornato in un ex ospedale psichiatrico giudiziario, da cui era stato dimesso per essere seguito dai medici di un centro psicosociale di Milano.

VirgilioNotizie | 07-06-2019 12:57

via-biella-palazzo-giacomo-oldrani-malato-carcere Fonte foto: ANSA
,,,,,,,