Gentiloni per la sua prima al Meeting, passa l'esame di Cl

I giovani lo applaudono quando parla di lavoro e Legge di Bilancio

Rimini, 20 ago. (askanews) – Si dovranno fare “interventi molto selettivi” e non mancheranno gli scontenti e i delusi. Per questo “non sarà una Legge di bilancio facile”. Ma è proprio su questa che il governo si giocherà il presente e il futuro. Lo sa bene il presidente del Consiglio che, a Rimini per la sua “prima volta” al Meeting di Comunione e liberazione, ha scelto di affrontare uno dei temi più ‘scomodi’ del prossimo ‘autunno caldo’.

In platea molti giovani. Prima dell’incontro (titolo “L’eredità e il futuro dell’Italia”) si è fermato con alcuni di loro a parlare, passeggiando tra gli stand che ospitavano la mostra “Ognuno al suo lavoro. Domande al mondo che cambia” e a quella sulle “Nuove generazioni”. Durante l’intervento Paolo Gentiloni afferra il bicchiere, beve un sorso d’acqua e si lascia andare in promesse: “Faremo incentivi permanenti, stabili, alla funzione dei giovani consolidando i risultati del Jobs Act. Ci sarà un impegno straordinario sulle politiche attive sul lavoro, che è il tallone d’Achille del nostro sistema”.

Il premier è arrivato a Rimini favorito dall’appoggio degli organizzatori del Meeting, arrivato alla vigilia dalle dichiarazioni del presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, Giorgio Vittadini: “Gentiloni smentisce l’idea dell’uomo solo al comando che risolve tutti i problemi – ha detto il professore universitario al Corriere della Sera -. Segna lo stacco con i Renzi, i Grillo, i Berlusconi, i Monti. Perché viene da una strada di esperienza. La politica è pratica che parte del basso”.

Tra un commento sugli attacchi terroristici in Catalogna e la gestione dei flussi migratori, tra una bordata all’Unione europea e l’impegno a non piegarsi alle logiche dei terroristi, il presidente si è concentrato su lavoro e occupazione. E così ha passato l’esame del Meeting, che lo ha accolto con numerosi applausi, in sala (erano oltre seimila i presenti) e tra gli stand della fiera. “Mi è sembrato molto interessato alle nostre domande, molto disponibile a sentire il nostro parere e le richieste sul futuro di noi giovani” ha detto Marco Saporiti, giovane volontario che ha accompagnato Gentiloni in visita alla mostra.

ASKANEWS | 20-08-2017 21:15

TAG: