,,

Flop M5S, Luigi Di Maio al centro delle polemiche

Dopo le Europee, il M5S tira le somme: c'è chi colpevolizza Di Maio e chi lo difende

Si alza il coro di polemiche nei confronti del volto del M5S, Luigi Di Maio, in seguito al flop delle Europee. Come riporta Ansa, Gianluigi Paragone, senatore M5S, ha affermato:

“La generosità di Luigi Di Maio di mettere insieme 3-4 incarichi, per me, in qualche modo, deve essere rivista. Il M5S, per ripartire, ha bisogno di una leadership politica non dico h24 ma non siamo lontani”.

Roberta Lombardi, esponente del Movimento 5 Stelle, ha scritto un post su Facebook in cui dichiara:

“Quando c’è una sconfitta gli errori si distribuiscono, le responsabilità si assumono, i cambiamenti si mettono in conto. La responsabilità in capo ad un solo uomo è deleteria per il MoVimento, ed è un concetto da prima repubblica. Il modello culturale di riferimento di M5S è la partecipazione. Grillo e Gian Roberto Casaleggio ci hanno insegnato a stare nel mezzo, ad ascoltare la forza dal basso delle scelte e delle idee di portavoce e attivisti”.

Anche Elena Fattori, senatrice M5S, ha rivolto le proprie critiche nei confronti del leader del partito:

“Il voto è stato un grande disastro di cui si deve assumere tutta la responsabilità Luigi Di Maio, visto che si è blindato con un regolamento che gli dà tutti i poteri”.

E aggiunge, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera:

“In assemblea chiederò le sue dimissioni dai due ministeri. Non può fare tutto e male”.

Tiepida la reazione di Stefano Buffagni, il sottosegretario del MoVimento, che ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti nel foyer del Consiglio regionale della Lombardia:

“Il problema non è Di Maio, ma è tutta la situazione: i cittadini hanno dato un messaggio ed è giusto dare risposta ai cittadini”.

Anche il presidente della Commissione per le Politiche dell’Ue, Sergio Battelli, si schiera dalla parte di Di Maio:

“L’esito delle elezioni europee ci dice che 4 milioni e mezzo di persone ci hanno sostenuto in Europa mentre una parte consistente di elettorato, sfiduciato, ha preferito non esprimersi. È nostro dovere, a questo punto, fermarci, analizzare, comprendere gli errori e metterci in moto per rimediarli. Ciò che è certo è che l’esame di coscienza devono farlo tutti e a tutti i livelli”.

Battelli conclude:

“Privare Luigi Di Maio del nostro sostegno significa commettere un grave errore di valutazione politica e rinnegare le nostre origini. Il segnale è chiaro: servono più dialogo e umiltà da parte di tutti”.

VirgilioNotizie | 28-05-2019 18:41

di-maio-flop Fonte foto: ANSA
,,,,,,,