,,

Fausto, morto in autostrada. La madre: "Era un ragazzo fragile"

Parla la madre di Fausto Dal Moro, il giovane morto con un amico nello schianto sulla A1 la notte si sabato

Dopo il tragico schianto avvenuto la notte tra sabato e domenica sull’autostrada del Sole all’altezza di Modena, parla la madre di Fausto Dal Moro, uno dei due giovani che hanno perso la vita.

“Mio figlio era un ragazzo fragile, che si lasciava trascinare dagli altri…”, ha detto al Corriere del Veneto Maria Dal Moro, residente a Padova. La vicenda ha suscitato grande clamore per la dinamica dell’incidente, avvenuto mentre i due giovani viaggiavano a folle velocità su una Bmw riprendendosi in diretta Facebook, ma in queste ore soprattutto per i commenti sui social.

Gli utenti della rete non hanno perdonato la grave imprudenza commessa da Luigi Visconti e Fausto Dal Moro, che si vantavano nel video di guidare a oltre 200 km all’ora, mentre erano diretti a una festa a Rovigo. I profili social delle due vittime sono stati presi di mira dai cosiddetti haters, che hanno postato critiche aspre e anche insulti. A difendere Luigi e Fausto sono rimasti i loro amici e le famiglie.

Vittima dello schianto in autostrada: una vita difficile

La madre di Dal Moro ha raccontato che “anche suo padre è morto in un incidente”. Il dramma è accaduto quando la donna era incinta e quindi il figlio non ha mai conosciuto il padre. “Quando anche suo nonno è morto, sono iniziati i problemi – ha continuato la donna -. Fausto era un ragazzino molto vivace, a volte scappava e bisognava andare a cercarlo. Ho fatto ciò che potevo per prendermi cura di lui, anche con il sostegno di uno psicologo e dei servizi sociali. Ma era difficile…”. Per aiutarlo a superare le difficoltà, il ragazzo è stato trasferito in una comunità di Reggio Emilia, dove è cresciuto. La sua adolescenza è stata caratterizzata da alti e bassi, segnata dalla tossicodipendenza e dai tentativi di liberarsene.

Matteo Iori, ex responsabile di un centro di recupero per tossicodipendenti in Emilia Romagna, ha raccontato che Fausto “circa un anno e mezzo fa si era disintossicato e aveva lasciato la nostra comunità”.  Quello del giovane, ha spiegato “era un percorso altalenante che rispecchiava il suo passato complesso, che gli rendeva difficile trovare l’equilibrio necessario a non fare delle sciocchezze. Ma sia chiaro: era un ragazzo generoso, che sapeva farsi voler bene”.

Travolta dai sensi di colpa è Samantha, la ragazza con cui Fausto aveva convissuto. “Da circa un mese e mezzo l’avevo lasciato – ha spiegato – anch’io sono in comunità e, per portare a termine il mio percorso, dovevo allontanarmi da lui. Così aveva preso in affitto una stanza a Correggio con due stranieri e lavorava come parrucchiere. Queste ultime settimane per lui erano state difficili”. Due giorni fa la giovane aveva ricevuto un messaggio: “Mi ha scritto: ‘Ti amerò per sempre’. Non riesco a non pensare al fatto che, se la nostra storia fosse continuata, l’altra sera lui sarebbe stato con me invece che su quell’auto maledetta”.

VIRGILIO NOTIZIE | 21-05-2019 15:18

fausto-dal-moro Fonte foto: ANSA / Facebook
,,,,,,,