,,

Europee, Di Maio ammette la sconfitta: "Testa bassa e lavorare"

Luigi Di Maio commenta il calo di voti del Movimento 5 stelle, terzo partito in Italia con il 17%.

“Siamo stati penalizzati dall’astensione, soprattutto al Sud, ma ora testa bassa e lavorare.” Questa la reazione del leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, sui risultati del voto per le Elezioni Europee. Il movimento è finito in terza posizione con il 17% dei voti, un bel passo indietro rispetto alle elezioni del 2018. Un duro colpo per il vicepremier pentastellato, che commenta così il voto in un’intervista al Corriere della Sera:

“Prendo atto che la nostra gente si è astenuta e attende risposte, e noi queste risposte gliele vogliamo dare”.

Di Maio sembra riconoscere che questo sia un momento difficile per il partito, ma non si dà per vinto.

“Non è la prima volta che attraversiamo un momento di difficoltà, sapremo uscirne come sempre”, commenta il leader dei 5 Stelle. “Ad ogni modo restiamo l’ago della bilancia in questo governo”.

Sulla relazione con la Lega e il futuro del governo giallo-verde, Di Maio sembra confermare la linea di Salvini sul portare avanti i progetti in corso.

“Certo che il governo va avanti, perché continua ad avere ampiamente i numeri e perché c’è ancora tanto da fare. Non cambierà nulla, anzi ripartiamo da oggi. Noi siamo pronti a un tavolo sul salario minimo e la flat tax. Poi il decreto sicurezza con le migliorie apportate e una legge che vincoli il miliardo del reddito agli aiuti alle famiglie”.

Anche sulla possibilità di un cambio nel Parlamento sembra concordare con il capo della Lega, che ha più volte detto di non voler prendere neanche mezza poltrona in più in caso di risultato favorevole.

Nessun rimpasto, non avrebbe senso“, ha dichiarato il leader dei 5 Stelle.

Di Maio quindi nega la possibilità di un cambio di poltrone dopo il voto, ma annuncia un cambiamento all’interno del partito:

Ci sarà uno scatto in avanti sull’organizzazione, saranno individuati dei responsabili specifici di area e un centro di coordinamento più capillare nelle Regioni e nei Comuni”.

VirgilioNotizie | 27-05-2019 10:01

Di-maio
,,,,,,,