,,

Europee 2019, l'analisi: travaso di voti da M5S a Lega

Crollo del M5S che perde voti verso Lega e PD. Il Carroccio cresce ovunque, boom al Sud e tra gli operai

Travaso di voti dal M5S alla Lega: è il dato più significativo dell’analisi del voto effettuato da SWG per Ansa il giorno dopo il trionfo alle elezioni europee della Lega di Matteo Salvini, passata in un anno dal 17,4% delle Politiche del 2018 al 34,3% delle Europee.

Secondo l’analisi, condotta su un campione rappresentativo di 8mila elettori residenti in Italia, se il 52% dei voti presi dalla Lega proviene dall’elettorato del Carroccio, il 17% aveva votato M5s, il 14% non aveva votato, il 10% aveva votato Forza Italia. 6 milioni di voti si sono spostati verso la Lega, 3 milioni provenienti dai cinquestelle, 2 milioni dal partito di Berlusconi.

Il M5S, crollato dal 32% delle politiche di un anno fa al 17% delle europee, ha visto molti voti scappare anche verso il Partito Democratico che, recuperando anche a sinistra, è passato in un anno dal 18 al 22%, tornando il secondo partito italiano. L’astensionismo e il travaso di voti verso la Lega hanno spinto Forza Italia sotto le due cifre, passando dal 14% delle politiche all’8,7% di domenica.

Il consenso della Lega è cresciuto in tutta Italia, in particolare al Centro e al Sud. Al Nord, storica riserva di voti del Carroccio, il partito di Salvini ha superato il 40%: nel Nord Ovest è passato dal 25,7 al 40,7% e al Nord Est dal 25,5 al 41,7%. Al Centro ha raddoppiato i voti passando dal 15,6% al 33,5% e soprattutto ha quadruplicato al Sud e nelle Isole passando rispettivamente dal 6,2 e 6,6% al 23,5 e 22,4%. Al Sud il travaso più consistente dal M5s alla Lega, con il partito di Di Maio che crolla dal 46 al 29,2%.

Tra i Millennials travaso di voti da M5s a Lega e Pd. Il Movimento cinque stelle rispetto al 2018 perde, infatti, il 15% dei consensi tra le persone nate tra il 1980 e il 1996. Il Carroccio guadagna invece l’11% mentre il Pd il 6%. Più 3% in questa fascia d’età anche per Fratelli d’Italia. Il M5s perde anche tra i neo votanti. Nella ‘Generazione X’ (dei nati dopo il 1997), M5s perde il 25% dei consensi. La Lega ne guadagna il 21% e il Pd il 9%.

Anche donne e poveri abbandonano il M5S per la Lega. Tra il 2018 e il 2019, infatti, il partito di Salvini guadagna il 17% nell’elettorato femminile mentre il M5s perde il 14%. Tra i poveri la Lega guadagna il 18% rispetto al 2018 mentre il M5s perde il 17%. Anche il PD guadagna il 9%.

Boom della Lega tra gli operai che guadagna rispetto al 2018 un considerevole +29% mentre M5s perde il 20%. Il partito di Salvini cresce anche tra i professionisti, +12% rispetto allo scorso anno, mentre i cinquestelle perdono il 13%.

VirgilioNotizie | 28-05-2019 11:44

salvini Fonte foto: Ansa
,,,,,,,