Salaria, "quell'autocisterna come una bomba": 2 morti e 17 feriti

E' successo in prossimità di Borgo Quinzio, nel reatino, tra le vittime un vigile del fuoco

Due morti (tra cui un vigile del fuoco) e 17 feriti, diversi dei quali in codice rosso, nell’esplosione e successivo incendio in un distributore di carburanti al km 29 della via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio, in provincia di Rieti. Tra le vittime, oltre al vigile del fuoco, anche un uomo che al momento dell’esplosione dell’autocisterna di Gpl si trovava nei pressi del distributore.

UN BOATO E POI IL DISTRIBUTORE IN FIAMME

Un boato, poi le fiamme, l’inferno. Squadre dei Vigili del Fuoco sono immediatamente intervenute e nell’esplosione e successivo incendio sono rimasti feriti anche alcuni pompieri. I Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro e intanto si cerca di capire le cause della deflagrazione.

LA DINAMICA

La dinamica, per quello che si sa al momento: l’esplosione è iniziata da un’autocisterna che stava depositando il Gpl nel distributore di carburanti. all’inizio in questa fase è divampato l’incendio e dopo “una violentissima esplosione”, che ha coinvolto i pompieri che stavano spegnendo l’incendio.

IL QUESTORE: AUTOCISTERNA COME UNA BOMBA

Quell’autocisterna “si è trasformata in una bomba”: lo ha detto ad Askanews il questore di Rieti, Antonio Mannoni, che è andato di persona sul luogo dove è avvenuta la deflagrazione, nell’area di un distributore Ip al chilometro 39 della Salaria, Borgo Quinzio, vicino Fara Sabina. “E’ stato un un inferno, ma i soccorsi sono stati immediati”, ha sottolineato il questore.

L’UNITA’ DI CRISI

E’ stata costituita immediatamente l’unità di crisi presso l`Ares 118 di Roma. La Regione Lazio ha fatto scattare immediatamente il Piano del maxi afflusso feriti. Sul posto sono operativi 8 mezzi del 118 tra ambulanze e automediche e 3 elicotteri per il trasporto dei feriti ed è stato allertato il Centro grandi ustioni del Sant`Eugenio e i DEA di II livello della capitale. L’incidente, secondo le prime informazioni, ha coinvolto una autocisterna all’interno dell’area di servizio.

La strada statale 4 “Via Salaria” è temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel comune di Fara in Sabina, e Borgo Santa Maria, nel comune di Montelibretti, tra le province di Rieti e Roma (dal km 38 al km 41,500). Anche il personale Anas è intervenuto sul posto per agevolare le operazioni e ripristinare la transitabilità appena possibile.

IL CORDOGLIO DI CONTE

“Ho appena sentito il capo dei vigili del fuoco Bruno Frattasi che mi ha aggiornato sull’incidente nel reatino. In questo momento il mio pensiero va alle famiglie delle vittime e ai feriti, ai quali auguro un pronto recupero
#Salaria”, ha scritto su Twitter il premier, Giuseppe conte.

IL CORDOGLIO DI SALVINI

“Esplosione a Rieti: almeno dieci feriti e due morti, tra cui un Vigile del Fuoco. Altri sette Vigili del Fuoco sono ricoverati con ustioni di vario tipo. Un pensiero commosso alle famiglie che stanno soffrendo e un grazie, per l`ennesima volta, agli eroici soccorritori. Da ministro faccio e farò di tutto per tutelare le donne e gli uomini che lavorano per la sicurezza degli Italiani, migliorando le condizioni lavorative e aumentando il personale”. Lo dice il ministro dell`Interno Matteo Salvini.

IL CORDOGLIO DI ZINGARETTI

“Voglio esprimere il mio personale cordoglio e quello di tutta l`Amministrazione regionale per le vittime della tragedia avvenuta questo pomeriggio sulla Via Salaria. Seguiamo con grande apprensione l`evolversi della situazione e siamo costantemente in contatto con le autorità e con i soccorritori che sono intervenuti immediatamente sul posto e che voglio ringraziare per il loro grande coraggio. La mia vicinanza alle persone coinvolte nell`incidente e alle famiglie delle vittime”. Lo scrive in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

ASKANEWS | 05-12-2018 16:46