,,

Elezioni comunali: 15 capoluoghi al ballottaggio

Il centrosinistra vince a Firenze e Bari, il centrodestra a Perugia. 15 capoluoghi al ballottaggio, M5S fuori ovunque tranne a Campobasso

Il centrosinistra conferma al primo turno Firenze e Bari tra i capoluoghi di regione, il centrodestra conferma Perugia mentre in altre 15 capoluoghi si va al ballottaggio il prossimo 9 giugno. Sono i risultati principali delle elezioni comunali che si sono tenute domenica e che sono state scrutinate nella giornata di ieri. Tra i capoluoghi di provincia il centrosinistra mantiene Bergamo, Pesaro e Modena, il centrodestra tiene Urbino e strappa Pavia al Pd.

Ad Avellino sfida interna al centrosinistra nel ballottaggio che metterà di fronte Luca Cipriano (32,5%), sostenuto dai dirigenti provinciali del Pd, dalla lista centrista del consigliere regionale Maurizio Petracca e da due liste civiche, e Gianluca Festa (28,6%), appoggiato da quattro liste civiche e da a Umberto Del Basso de Caro, unico parlamentare Dem eletto nel collegio.

Al ballottaggio anche i tre capoluoghi piemontesi al voto. A Biella la sfida è tra il candidato del centrodestra Claudio Corradino, che ha ottenuto il 39,95% dei consensi, e Donato Gentile, sostenuto da alcune liste civiche. Grande sconfitto il sindaco uscente del Pd, Marco Cavicchioli, che si ferma al 21,48%. A Vercelli Maura Forte del Pd, che ha ottenuto il 24,66% dei consensi, dovrà vedersela con Andrea Corsaro, il candidato del centrodestra e già sindaco, che al primo turno ha ottenuto il 41,89%. Pd al ballottaggio, infine, anche a Verbania, dove la sindaca uscente Silvia Marchionini se la vedrà con il candidato del centrodestra Giandomenico Albertella.

Il M5S esce sconfitto ovunque tranne a Campobasso, dove andrà al ballottaggio con il suo candidato Roberto Gravina che ha raccolto il 29,4% dei consensi, opposto a Maria Domenica D’Alessandro che ha ottenuto il 39,7%. Il M5S male anche nel Lazio dove ha perso le due roccaforti di Civitavecchia e di Nettuno e non parteciperà ad alcun ballottaggio nei dieci Comuni sopra i 15mila abitanti coinvolti nella tornata elettorale. A Civitavecchia la vicesindaco uscente Daniela Lucernoni (M5s) è terza con oltre il 19% dei voti. Al ballottaggio se la giocheranno  Ernesto Tedesco (centrodestra, quasi al 49%) e Carlo Tarantino (centrosinistra, 22%). Idem a Nettuno, dove i dissidi interni al Movimento hanno causato prima la caduta della giunta, poi la doppia candidatura dell’ex vicesindaco Daniele Mancini (con una civica) e di Mauro Rizzo con il simbolo ufficiale. Risultato: sono arrivati al terzo e al quarto posto, rispettivamente con il 13,46 e con l’11,58%. Al ballottaggio i due candidati di centrodestra e centrosinistra.

VirgilioNotizie | 28-05-2019 13:49

elezioni Fonte foto: Ansa
,,,,,,,