,,

Droga nascosta nei loculi del cimitero del Verano a Roma

Arrestato un marmista di 42 anni, accusato di nascondere cocaina per lo spaccio. C'era anche una pistola rubata.

110.000 dosi di cocaina e una pistola risultata rubata erano nascoste nei loculi del cimitero del Verano, a Roma. La polizia di Stato li ha scoperti e ha arrestato un marmista di 42 anni, accusato di essere il pusher che utilizzava le tombe come nascondiglio.

Nel pomeriggio di ieri, riferisce Ansa, gli uomini di una pattuglia hanno notato un’auto che passava a forte velocità nel piazzale del cimitero e l’hanno seguita. Dopo qualche tempo, l’auto è rientrata nell’area del “Colle del Pincetto”, la più antica e monumentale del cimitero, a ridosso della Basilica di San Lorenzo fuori le mura. Dal mezzo è uscito un uomo, osservato mentre entrava in alcune cappelle funerarie. Poco dopo, gli agenti lo hanno bloccato e hanno proceduto a perquisire il cimitero: in un loculo hanno trovato bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e diversi involucri di cocaina, che avrebbero potuto essere trasformati in 110mila dosi. In un altro loculo, poco distante, si trovava una scatola di cartone con dentro la pistola rubata. L’uomo fermato, marmista, 42 anni, romano, è stato dunque arrestato al termine delle perquisizioni.

VirgilioNotizie | 18-04-2019 15:38

Polizia-droga-al-Verano Fonte foto: ANSA
,,,,,,,