,,

Diede fuoco a una donna: tradito e incastrato da un libro

I carabinieri di Modena hanno individuato il presunto autore dell'omicidio della donna trovata cadavere il 10 settembre scorso

I carabinieri di Modena, coordinati dal procuratore Lucia Musti, hanno individuato il presunto autore dell’omicidio della donna trovata cadavere il 10 settembre a San Donnino, non lontano dal percorso natura sul Panaro, alle porte di Modena.

Sarebbe stato un frammento bruciato di un libro di scuola uno degli elementi decisivi nell’indagine che ha portato a individuare l’uomo. Si tratta di un manuale scolastico che sulla copertina riportava il nome della figliastra dell’indagato, un cuoco sui quaranta.

Come riporta l’ANSA, la salma della donna era stata bruciata, probabilmente alcuni giorni prima. L’uomo, oltre all’omicidio, sarebbe sospettato anche di altri crimini, come la violenza sessuale e il sequestro di persona, ai danni anche di altre giovani donne italiane e straniere.

Dal 24 agosto al 2 settembre il fermato aveva preso di mira altre donne. “Ha provato a sequestrare una giovane a Savignano sul Panaro – ha detto il comandante del nucleo operativo dei carabinieri Stefano Nencioni a Tgcom-. Ovvio che in posto così piccolo, se mai la giovane fosse sfuggita al sequestro, lo avrebbe immediatamente identificato. Dunque a lui non sarebbe rimasta altra scelta. Insomma, non possiamo escludere che avrebbe potuto uccidere di nuovo”. Esposito era già stato arrestato dopo il tentativo di sequestro e la nuova ordinanza di custodia cautelare gli è stata notificata direttamente in carcere.

Come riporta Tgcom, in un video ripreso dalle telecamere di sorveglianza di una villa, l’uomo è stato immortalato mentre cercava di sequestrare la ragazza. Tre casi in dieci giorni.

VIRGILIO NOTIZIE | 10-10-2018 12:44

donna-carbonizzata
,,,,,,,