,,

Diele choc: "Sono dipendente da eroina ma non un assassino"

L'attore che ha investito la donna di 48 anni. "Dipendo dalla droga ma mi sono distratto con il telefonino"

Sono colpevole, non ho scuse, ho sbagliato e devo pagare. Devo pagare quello che decideranno i giudici e se servisse a qualcosa pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. Però non sono un criminale. In televisione si parla di me come un assassino drogato: non è così”. Così Domenico Diele, l’attore che nella notte tra venerdì e sabato ha tamponato lo scooter di Ilaria Dilillo, morta in seguito all’incidente, in un colloquio raccolto in cella nel carcere di Fuorni (Salerno) dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e riportato dal Corriere della Sera.

“Io non sono uno che prima si è drogato e poi si è messo a guidare come un pazzo finendo per provocare una tragedia”, dice Diele. “Sono dipendente da eroina, questo sì, ma la droga non c’entra con l’incidente. Mi sono distratto con il cellulare. Ho un telefonino che funziona male, c’è un tasto che non va, e io per cercare di fare una telefonata ho abbassato gli occhi”.

La ricostruzione – Sembra che Diele stesse tornando da una festa che si era tenuta a Matera quando con la sua auto, intorno alle 2 del mattino, ha urtato lo scooter su cui viaggiava la 48enne Ilaria Dilillo che è morta praticamente sul colpo a causa delle ferite riportate. La velocità con cui guidava “non era moderata” e l’attore “non ha rispettato la distanza” tra i due veicoli, spiegano dalla questura.

VIRGILIO NOTIZIE | 26-06-2017 12:57

diele1217-bis
,,,,,,,