,,

Di Maio e Salvini difendono Quota 100: "Non si tocca"

Matteo Salvini: "L'unico modo per ridurre il debito creato in passato è tagliare le tasse"

“Quota 100 non si tocca e, sia chiaro, le pensioni degli italiani non si toccano!”. Così, in un post, Luigi Di Maio difende la misura dopo la “bocciatura” dellaCommissione Ue sui conti pubblici italiani. “Noi siamo persone serie – ha proseguito il vicepremier – l’Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma per costruire”. Gli fa eco anche Matteo Salvini, secondo il quale “l’unico modo per ridurre il debito creato in passato è tagliare le tasse (Flat Tax) e permettere agli italiani di lavorare di più e meglio”.

Come riporta Ansa, Di Maio ha attaccato il precedente esecutivo, a suo dire vero responsabile del debito italiano. “Ora si parla tanto di questa possibile procedura di infrazione e sapete cosa riguarda? – ha detto il ministro – Riguarda il debito prodotto dal Partito Democratico nel 2017 e 2018. Noi la prendiamo seriamente, ma non possiamo fare finta di non sapere che ci sono Paesi europei che in questi anni, per risollevare la loro economia, hanno fatto molto più deficit di quanto consentito dai Trattati. E non sono andati incontro a nessuna sanzione!”

“Lasciatemi dire che come sento parlare di doveri mi piacerebbe sentir parlare anche di diritti. Diritti degli italiani e delle loro famiglie! Non chiedo tanto: diritti! Che tradotto significa la possibilità di aiutare le famiglie, le imprese, le scuole, la nostra sanità. Quindi rimbocchiamoci le maniche tutti. E con ‘tutti’, intendo anche Bruxelles!” scrive ancora il vice presidente del Consiglio.

Salvini si scaglia contro le politiche rigide che avrebbero fatto aumentare le tasse e impoverire le persone. “Con i tagli, le sanzioni e l’austerità – ha spiegato il leader della Lega – sono cresciuti debito, povertà, precarietà e disoccupazione, dobbiamo fare il contrario. Non chiediamo i soldi degli altri, vogliamo solo investire in lavoro, crescita, ricerca e infrastrutture. Sono sicuro che a Bruxelles rispetteranno questa volontà”.

Da Foligno il ministro dell’Interno ha ribadito la volontà di andare avanti sulla riforma delle pensioni. “Sulla legge Fornero siamo solo all’inizio – ha annunciato il vicepremier – la lettera dell’Ue ci dice che abbiamo sbagliato a iniziare a smontarla e ad approvare “Quota 100“. Io rispondo educatamente che siamo solo all’inizio perché l’obiettivo è quota 41”. “Andare in pensione dopo 41 anni di fabbrica, di negozio o di ospedale – ha sottolineato Salvini – mi sembra il minimo. Quindi sarà un bel confronto tra due prospettive diverse, di vita”.

Il leader della Lega si è poi detto convinto che non serva una manovra correttiva perché l’aumento delle tasse in Italia “in questo momento è l’ultima cosa che una persona normodotata e intelligente farebbe”.

VirgilioNotizie | 06-06-2019 07:56

salvini-di-maio-rimpasto-governo-nuovi-ministri Fonte foto: ANSA
,,,,,,,