,,

Di Maio va avanti col salario minimo: il no di Ocse e Istat

Di Maio propone 9 euro lordi l'ora. Ocse: "È il più elevato tra i paesi Ue".

Va avanti deciso il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio sulla legge per il salario minimo e convoca una riunione d’urgenza a Palazzo Chigi con tutti i tecnici. La proposta sul tavolo è di 9 euro lordi l’ora per i lavoratori dipendenti. Ma l’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) non approva e ci tiene a sottolineare che, se approvato, questo  sarebbe il salario fisso “più elevato tra i Paesi Ocse” e “anche della maggioranza dei contratti collettivi esistenti”. Lo riporta “La Repubblica”.

Lo afferma l’economista dell’organizzazione Andrea Garnero, che precisa come il salario minimo “non è la soluzione alla questione salariale italiana o ai problemi del mercato del lavoro italiano”. “E’ uno strumento legittimo, interessante, con alcune potenzialità ma anche con alcuni limiti“, conclude Garnero.

Negativo anche il parere dell’Istat. Secondo il presidente Gian Carlo Blangiardo, alle aziende una manovra di questa portata costerebbe ben 4,3 miliardi di euro, mentre per la pubblica amministrazione “la ricaduta” sarebbe di circa 700 milioni.

Le critiche sono arrivate in risposta alla decisione del Ministro Di Maio, che in un post pubblicato ieri su Facebook ha annunciato: “Il salario minimo si farà, perché è nel contratto! E perché già esiste in molti Paesi europei! Nella legge Catalfo (M5S) prevediamo di fissare per legge una soglia di almeno 9 euro lordi l’ora al di sotto della quale non si può scendere”, ha poi continuato il Ministro. “In sostanza, contratti da 3 o 4 euro l’ora come se ne vedono oggi non saranno più consentiti, perché 3 o 4 euro l’ora non è lavoro, è schiavitù“.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-06-2019 19:39

di-maio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,