,,

Di Battista: "Dimissioni Di Maio? Stupidaggini"

Alessandro Di Battista fa il punto entrando al Mise per una riunione post elettorale con il vicepremier Luigi Di Maio

Alessandro Di Battista fa il punto entrando al Mise per una riunione post elettorale con il vicepremier Luigi Di Maio e altri esponenti pentastellati. “Uniti abbiamo vinto e uniti abbiamo perso, per me non è una problematica di chi, ma di cosa e di come si fanno le cose”, ha detto Di Battista, come riporta Ansa, a chi gli chiedeva se ha fiducia in Di Maio.

“Non abbiamo convinto le persone ad andare al voto – ha continuato Di Battista – e su questo la colpa è esclusivamente nostra, il Movimento è stato sempre capace di combattere l’astensionismo”. “Non dobbiamo prendercela con i cittadini, sono gli stessi che un anno fa ci hanno dato il 33%”, ha spiegato ribadendo che il problema “non è chi, ma cosa si deve fare e come”.

“Questa esperienza di governo deve continuare. Dobbiamo continuare mantenendo l’atteggiamento tenuto in questo ultimo mese e mezzo di campagna elettorale, che non è stato la causa del risultato ma l’opposto. Doveva avvenire prima”.

“Richieste di dimissioni? Noi non siamo mica come Renzi o Zingaretti: si lavora sugli errori non sparando contro come fa il Pd. Tutti abbiamo le nostre responsabilità”. “Insieme si riparte anche da una grande scoppola come questa: abbiamo avuto momenti drammatici, come quando è morto Casaleggio, ma siamo ripartiti. Noi siamo una forza di massa”.

“Non si risale la china sparandoci l’uno contro l’altro né additando a errori, cosa che grazie a Dio non abbiamo fatto – ha concluso -. Ipotizzare che la colpa del risultato elettorale sia stato l’ultimo mese e mezzo di governo è sbagliato: semmai l’errore è stato non averlo fatto mesi prima”. “L’errore non è stato neppure fare questa alleanza di governo che invece ci ha permesso di realizzare molti nostri punti di programma”.

VirgilioNotizie | 28-05-2019 09:50

di-battista
,,,,,,,