,,

Corruzione, l'Italia ha la «sindrome del Botswana»

Il nostro Paese risulta al 69esimo posto, con l'85% degli italiani convinti che istituzioni e politici siano corrotti

In Italia i livelli di corruzione percepiti sono decisamente superiori a quelli reali: soffriamo della “sindrome del Botswana”, intesa come tendenza ad accostarci a Stati difficilmente assimilabili al nostro per benessere e ricchezza. E’ quanto emerge da “La corruzione tra realtà e rappresentazione. Ovvero: come si puo’ alterare la reputazione di un Paese” dell’Eurispes.

L’Italia, in ambito Ocse, è il Paese con la più alta corruzione percepita (circa 90%) e con una fiducia nel Governo superiore al 30%, più alta di quella di Grecia, Portogallo, Spagna e Slovenia nonostante questi Paesi abbiano una percezione della corruzione inferiore a quella italiana (tra l’80% e il 90%). Nell’ultima graduatoria di Transparency International, basata proprio su un indice di percezione, ricorda la ricerca, “risultiamo al 69° posto con l’85% degli italiani convinti che Istituzioni e politici siano corrotti. Ma, alla domanda specifica, posta a un campione di cittadini, se negli ultimi 12 mesi avessero vissuto, direttamente o tramite un membro della propria famiglia, un caso di corruzione, la risposta è stata negativa nella stragrande maggioranza dei casi, in linea con le altre nazioni sviluppate”.

Il “rating” attribuito all’Italia è spesso ingeneroso

Le classifiche internazionali, sono basate per lo più su misurazioni soggettive, ovvero sulla percezione del fenomeno, per questo il “rating” attribuito all`Italia è spesso ingeneroso, se non a tratti errato, con notevoli conseguenze anche sul piano macro-economico’. Non è tutto. In Italia si verifica anche il “Paradosso di Trocadero”: più si perseguono i fenomeni corruttivi sul piano della prevenzione e le fattispecie di reato sul piano della repressione, maggiore e la percezione del fenomeno. Questo effetto distorsivo ha finito per penalizzare soprattutto gli ordinamenti più attivi dal punto di vista della reazione alla corruzione in tutte le sue forme.

ASKANEWS | 10-01-2019 12:32

GIGLIA
,,,,,,,