,,

Giuseppe Conte in Europa: “Non mi sento commissariato da Salvini”

Ancora nessuna decisione sulla flat tax e sulla riforma fiscale, anche se la priorità sarà l'azione di governo

Inizia il gioco delle nomine a Bruxelles dopo le Elezioni Europee. Il vertice informale tra i capi di stato e di governo, alle 18, ha aperto le danze per decidere il rinnovo della Commissione Europea e del presidente, il vertice della BCE e la presidenza dell’Europarlamento. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, prima della riunione ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa.

«Sto lasciando a coloro che hanno vissuto direttamente in prima persona la campagna elettorale la libertà e tutto l’agio per commentare i risultati. È giusto che gli esponenti delle forze politiche che hanno fatto campagna elettorale adesso abbiano il tempo per commentarla».

Il premier non si è voluto sbilanciare sui risultati elettorali, e avrebbe vissuto il voto come qualsiasi altro cittadino, lontano dai giochi politici.

«Come sapete io non mi sono cimentato (nella campagna elettorale), credo che neppure a casa sappiano per chi ho votato. Mi son tenuto lontano perché è giusto nel mio ruolo aver vissuto da “privato cittadino votante” la campagna elettorale».

Dopo le Elezioni Europee, il Governo dovrà tornare a risolvere i problemi del paese. Giuseppe Conte ha affermato anche questo ai microfoni ANSA.

«Adesso dobbiamo lavorare. C’è l’azione di Governo che ci aspetta. Abbiamo in cantiere tantissime iniziative. E ovviamente dobbiamo rilanciare l’azione di governo».

Incalzato dai giornalisti, il Presidente del Consiglio ha ribadito che non ci sarà nessun cambio negli equilibri governativi. Nonostante la vittoria schiacciante di Matteo Salvini in Europa, il ministro dell’Interno non rappresenterebbe una minaccia per Giuseppe Conte.

«Salvini ha sempre fatto parte della mia coalizione. Fa parte sempre delle forze che sostengono il mio governo. Quindi perché mi dovrei sentire commissariato?».

E sui fondi per la flat tax  annunciati dal vicepremier, ha risposto chiaramente che non sarebbe ancora sul tavolo la discussione sulla riforma fiscale. La discussione avverrà una volta chiusi i tavoli europei.

«Non abbiamo ancora iniziato a discutere di manovra economica e non abbiamo iniziato a discutere di riforma fiscale. Quindi fatemi adesso riprendere, dopo la competizione elettorale, le fila del dialogo con gli esponenti delle forze di maggioranza e inizieremo a esaminare tutti i dossier con calma».

VirgilioNotizie | 28-05-2019 20:25

Tutti gli esclusi eccellenti alle Elezioni Europee 2019 Fonte foto: ANSA
Tutti gli esclusi eccellenti alle Elezioni Europee 2019
,,,,,,,